Quattro chiacchiere con Chiara Cilli per presentare il genere Dark-Romance

Vorrei riproporvi la mia chiacchierata con ChiaraCilli – che risale all’inizio di quest’anno, quando ci siamo incontrate per parlare, insieme ad una vera esperta – lei stessa autrice -, del genere Dark Romance, arrivato nel corso dell’anno anche nelle nostre librerie.

La nostra, all’epoca, voleva essere un’introduzione ad un genere che ha affascinato ed intrigato un gran numero di lettrici, con storie dal forte impatto emotivo per i temi trattati e per questo non sempre adatte a tutte e, magari, leggendo i nostri deliri che seguono tante di voi che ancora non hanno dimestichezza con questo tipo di racconti comprenderanno meglio cosa aspettarsi.

Questa è un’altra di quelle famose chiacchierate a cui tenevo in modo particolare e che avevo piacere di avere qui, con me, sul nuovo sito, e che ho deciso di pubblicare proprio in questi giorni perchè…….Bè, non vi spiego il motivo in questo momento, diciamo che avrete modo di capirlo prossimamente ;)

IMG_5038

La chiacchierata che segue si è svolta nel gennaio scorso.

Il 2012, come ben sappiamo, ha decretato il successo dell’erotico, interesse rinnovato anche negli anni successivi in cui sono arrivate nelle nostre librerie tutte le sfumature del romance: dal New Adult, allo Sport-Romance, passando al Romantic- Suspence e tanti altri.

Con l’arrivo del nuovo anno approderà nelle librerie l’ennesima sfumatura del genere, la più tenebrosa, che ha tenuto banco con grande successo oltreoceano per tutto il 2013, conquistando un gran numero di lettrici, tra cui anche le fortunelle di casa nostra che leggono in lingua, e quindi anche la sottoscritta che ci è già dentro fino al collo.

Sto parlando del Dark-Romance, Signore. Benvenute nel lato oscuro.

BeFunky Collage

Una piccola premessa però è doverosa.

Il nuovo filone che andiamo a presentarvi non è adatto ad un pubblico sensibile. È  un genere duro, crudo, spietato, con tematiche non facili da affrontare: quali violenze, abusi, sesso promiscuo e spesso anche non consenziente, ma dal momento che il mondo del lettore è vario e in continua evoluzione, per dovere di cronaca, e per le nuove serie in arrivo nel nostro paese, mi sembrava giusto parlarne.

Insomma, se siete in cerca di emozioni forti, di storie che vi tolgono il fiato, il Dark- Romance è quello che fa per voi. L’impatto sarà devastante e, se avrete il coraggio di spingere i vostri limiti, vedrete che non ve ne pentirete. Del resto, io non dò mai consigli a caso, ormai dovreste saperlo.

INDEBTEDSERIES.jpg

Qui si parla di amori, se si possono definire tali, sbagliati, malati. Avete presente la “Sindrome di Stoccolma”? La vittima che si innamora del suo carnefice? In questi romanzi viene, direttamente o indirettamente, citata.

Nel primo romanzo che ho letto del filone Dark, ho trovato la dedica dell’autrice molto bella, che racchiude in sè l’essenza di quegli amori che non hanno sempre un lieto fine, perchè la vita non è una favola, e va bene sognare, ma alle volte bisogna anche scontrarsi con la dura realtà, come troppo spesso le notizie di cronaca ci insegnano.

“A chiunque abbia mai amato incondizionatamente. A tutte quelle persone che hanno amato qualcuno che non lo meritava. E, infine, per ogni persona che ha seguito il suo cuore lungo la strada più difficile.”

Ma per entrare ancora più nel dettaglio, e farmi aiutare nel raccontarvi quello che vi aspetta ho pensato di invitare un’autrice, ma prima ancora accanita lettrice, che si è lasciata travolgere come un treno in corsa dal Dark, diventando praticamente un’esperta in materia: Chiara Cilli.

 

Bentornata su questi schermi, Chiara.

Ciao Stella! Grazie mille, è un onore essere di nuovo tua ospite.

Questa volta ti ho invitata in qualità di lettrice, perchè mi sembrava carino preparare chi ci segue al lato oscuro del Romance, introducendo questo nuovo genere, il Dark Romance per l’appunto, e tu sei una specie di autorità in materia, mi sbaglio?

Non ti sbagli! Ho riscoperto me stessa, quando sono entrata nel mondo del dark romance – che io avevo affrontato come scrittrice e lettrice solo nel genere fantasy / urban fantasy, e mai nel contemporaneo.

Raccontaci un pò, come e quando hai scoperto il Dark.

Dunque, sono entrata in questo mondo oscuro grazie alla regina di questo genere: Pepper Winters. Mi sono imbattuta in una recensione molto stimolante del suo “Tears of Tess” e, nella disperata ricerca di una lettura che mi toccasse come nessun libro aveva mai fatto, una lettura che mi squarciasse in due, decisi di comprarlo e leggerlo. Ringrazio il cielo ogni giorno per averlo fatto!

Io ti appartengo #cover

Io in realtà, nell’intro che precede la nostra chiacchierata, ho già cercato di accennare la cosa , ma vogliamo spiegare di che tratta questo nuovo filone che si preannuncia come uno dei più emozionati di quest’anno.

Per Dark Contemporary Romance si intende una storia che tratta temi non comuni e molto forti, direi estremi, se non di più. In un romanzo del genere incontriamo scene di violenza fisica, sessuale e psicologica. Troviamo anche momenti inquietanti, come omicidi. Le ambientazioni sono molto cupe e claustrofobiche. Questi libri non sono adatti a tutti, soprattutto a persone sensibili al tema della schiavitù e dolore. Il linguaggio è crudo e i rapporti sessuali possono essere non consensuali o di dubbio consenso. Ovviamente, in questa categoria troviamo romanzi che possono presentare anche solo uno di questi elementi, romanzi che io considero più soft, ma sempre classificabili come Dark Contemporary Romance.

Come dicevo prima, non adatti a tutte, quindi. Direi che le più romantiche debbano astenersi da questa scelta. Anche se resistere al fascino magnetico da perfetta canaglia di questi personaggi è alquanto faticoso. Noi donne si sa, non sappiamo resistere al bastardo per eccellenza e qui ne incontriamo veramente una vasta scelta a livello oserei dire letale. E il termine letale non è messo a caso.

Be’, diciamo proprio di sì: se state cercando un grande amore da sogno, con carezze, abbracci e tanti baci a fior di labbra, vi consiglio vivamente di stare alla larga dai romanzi che portano il marchio del Dark Romance! E’ ormai assodato che i bad boys sono la nostra rovina, ma diffidate dagli uomini che incontrate in queste storie, signorine: queste teste di serie non sono solo cattivi ragazzi, ma uomini pronti a sporcarsi le mani di sangue pur di raggiungere il loro obiettivo

Ma se una mattina una nostra lettrice, di quelle più romantiche e con gli occhi a cuoricino, si svegliasse in cerca di nuove emozioni e volesse spingere i propri limiti oltrepassando il lato oscuro, ma con un approccio diciamo più delicato, da quale partire tra quelli che arriveranno in Italia prossimamente.

Raw di Belle Aurora – I Suoi Occhi su di Me pubblicato dalla Newton Compton nell’aprile scorso – sarebbe un’ottima lettura con cui approdare in questo mondo, poiché abbiamo un livello di violenza quasi del tutto nullo. Sempre grazie a questa CE, avremmo anche il primo della nuova serie Indebted di Pepper Winters, decisamente meno violenta della sua famosissima e ineguagliabile trilogia Monsters in the Dark, ma comunque molto veemente a livello emotivo. Questi due romanzi sono soft e non rischiano di spaventare troppo una lettrice estranea al genere.

No, in effetti sono d’accordo con te, ho letto Raw, è stato il mio primo romanzo del genere che ho letto, e si tratta più che altro di una bella scossa a livello emotivo, però io mi devo ancora riprendere.

Girovagando sul web ho trovato questa foto ieri e credo rappresenti bene il genere, non pensi?

904b4aa71914efdac3c6011c82f1a45f

 

Trovo che non possa essere più azzeccata, perché non tutti i romanzi di questo genere hanno l’happy ending che troviamo in un romanzo rosa – anche se neppure tutti i libri di quel genere ce l’hanno! A volte ci ritroviamo di fronte a un epilogo dolce-amaro che ci farà contrarre lo stomaco per giorni e giorni, ma è proprio questo il motivo che rende queste storie tanto indimenticabili: ti strappano l’anima e non te la ridanno indietro.

Chiariamo che molti dei libri di cui parliamo sono ancora disponibili solo in lingua inglese, ma come dicevamo prima, presto molti di questi arriveranno anche nel nostro paese. Anzi, uno di questi è già pronto per essere divorato e farci cadere nel baratro. Sto parlando de “Il Rapimento”-  primo episodio della serie “My Masters’ Nightmare” di Marita A. Hansen – e mi pare di capire che tu ne sei coinvolta in prima persona in una veste inedita, quella di editor. Com’è nata questa particolare collaborazione.

Ho scoperto questa serie grazie a Goodreads, che come sapete raccomanda libri in base a quelli che abbiamo aggiunto sui nostri scaffali. Quando ho letto i primi cinque episodi sono andata in visibilio, come avrete potuto leggere nella mia delirante recensione! Ogni volta che scrivo una recensione su un libro straniero invio il link all’autrice per farle sapere quanto ho apprezzato il suo romanzo, e così è successo con Marita – scommetto di averla assillata con tutti i miei complimenti! Un giorno mi ha confessato il suo desiderio di tradurre la sua serie in italiano e subito è stata contattata da una traduttrice italiana, che poi mi ha chiesto se ero disponibile ad occuparmi della revisione di questo primo episodio. Ho accettato immediatamente! E’ stato un vero onore poter leggere in anteprima i primi capitoli di questa storia super avvincente.

IL PRIMO EPISODIO DI QUESTA SERIE E' DISPONIBILE SUGLI STORE ONLINE

 

Io ho terminato proprio ieri il primo episodio e sono rimasta a bocca aperta, in tutti i sensi. Sto scalpitando per avere il secondo, non solo mi sembra molto avvincente, ma anche parecchio intrigante. Sicuramente in grado di regalare emozioni forti ed inaspettate. Altro punto a suo favore, per cui io impazzisco, l’approccio sfacciato e diretto di uno dei protagonisti maschili. Quelle poche pagine mi hanno messa in ginocchio.

Stai parlando di Jagger o Frano? Ricordati che Frano D’Angelo e Rita sono miei!

Di Jagger, le sue battute iniziali apriti cuore, le ho adorate.

Ah, il caro Jagger . . .  Aspetta e vedrai!

Tanto per fare una citazione: “Non puoi dire che una cosa non ti piace se prima non la provi.” Battuta di Jagger – uno dei protagonisti de “Il Rapimento”,  primo episodio della serie “My Masters’ Nightmare” di Marita A. Hansen- che trovo molto appropriata per invogliare le lettrici a buttarsi di testa, con la speranza di non farsi troppo male, nel genere.

L’importante è che siano coscienti che stanno andando incontro a qualcosa di molto diverso rispetto a quello a cui sono abituate leggere e che, se non lo apprezzano, non condannino a morte chi invece trova se stesso in questo tipo di storie, definendolo pazzo o chissà che. Ognuno ha il suo genere, bisogna solo capire qual è.

Sai, c’è chi ancora ha il coraggio di definire depravata una donna che legge libri erotici… vergogna.

Ogni donna ha la sua fantasia, dall’essere dominata all’essere presa contro il proprio volere, ma nessuno può permettersi di giudicarla. Siamo libere di sognare ciò che vogliamo, che sia un sogno erotico o decisamente più estremo!

Infatti, nell’intro che precede la nostra  chiacchierata ho fatto una piccola premessa, perchè immagino già il tipo di polemica che potrebbe scaturire nel presentare questo filone e le tematiche che affronta. Il  fatto che stiamo leggendo questo tipo di libri, e come lettrici ne siamo in qualche modo affascinate, non significa che approviamo certe dinamiche o violenze descritte. Per una donna è sempre un cazzotto allo stomaco bello potente leggere determinate cose. Per fare un banale esempio: il fatto che io sia una fan del thriller o di telefilm come CSI non fa di me una potenziale serial killer. Probabilmente sarò una pazza, e questo non lo nego, ma non sono una criminale e non incito a compiere alcune azioni violente e ribadisco, non le approvo!  Questo messaggio vorrei fosse chiaro e lampante.  

Esatto, bisogna ricordare che i libri, dai romanzi rosa ai thriller più sanguinosi, sono lavori di finzione generati dall’immaginazione dell’autore.

Infatti in molti dei romanzi che leggo c’è scritto: please do not take offence to the content, as it is a FICTION (Si prega di non rimanere offesi dai contenuti, in quanto si tratta di finzione.)

10458626_783543528355532_6575380616756217923_n

 

Il Dark Romance ti ha talmente appassionata ed assorbita dall’averti ispirato anche una tua nuova trilogia, ancora in fase di lavorazione. Tu speravi di averla scampata, ma io non farei il mio mestiere se non cercassi di estorcerti alcune news a riguardo. Quindi, che cosa puoi anticiparci.

Sì, nel momento in cui ho scoperto che il Dark poteva essere associato anche al contemporaneo ho gridato dalla gioia, perché finalmente potevo tornare nel mio elemento! Quindi, una volta terminato un mini progetto a cui mi sono dovuta dedicare dopo la pubblicazione di Colliding Storms, mi sono seduta al tavolino e ho iniziato a lavorare sulla trama e la linea del tempo di questa mia nuova serie. Dunque, dunque, dunque, cosa posso anticiparvi? Sarà ambientata in una città immaginaria della Romania, in Transilvania, e se tutto andrà come previsto conterà quindici romanzi. I primi tre avranno come protagonisti Henri Lamaze e Aleksandra Nikolayev. Posso dirvi che la loro storia sarà cruenta e perversamente passionale, ma non aspettatevi che sbocci l’amore al primo sguardo! I sentimenti che prenderanno forma in questa serie sono più oscuri, più letali. Il rapporto tra Henri e Aleksandra sarà ricco d’odio e ostilità, ma l’attrazione che li calamita l’uno verso l’altro minaccerà di confonderli sguardo dopo sguardo.

Quindici???????? Vuoi farci morire????

Ah, avete presente gli elementi che caratterizzano un Dark Romance che prima vi ho elencato? Nella mia serie li troverete tutti, quindi non sarà soft! Saranno in tutto cinque trilogie.

10394042_803757696334115_3782419561037038984_n

 

Dobbiamo temere il peggio e prepararci per il meglio, quindi.

Stai facendo gallopare come non mai la tua fantasia.

Sì, la sto facendo andare a briglie sciolte! Ci andrò pesante.

Donne, siete avvisate!!! E ci puoi svelare alcuni titoli?

In anteprima esclusiva per te e il tuo fantastico sito, vi svelo quelli della trilogia di Henri e Aleksandra! Dopo Soffocami, avremo Distruggimi e Uccidimi.

Grazie per l’anteprima!!! Se i titoli anticipano in qualche modo i contenuti credo ne vedremo delle belle.

Lo spero!

10858407_815400158503202_5321240743084972981_n

 

Periodo di uscita previsto per il primo appuntamento, poi giuro, non ti tedio più.

Mi sono data una scadenza abbastanza lontana: giugno 2015. Ma, non dirlo a nessuno, ho appena dato una sbirciata alla timeline e mi sono accorta di essere quasi in dirittura d’arrivo, quindi penso che riuscirò a farlo uscire un po’ prima.

Tranquilla, non lo diremo a nessuno, solo a …..mmmmm mi sfugge il numero delle lettrici che ci seguono!

Chiara, direi che abbiamo terminato, ti ringrazio per aver raccolto ancora una volta il mio invito. C’è qualcos’altro che vorresti aggiungere e che non è stato detto.

Grazie a te! Spero che le lettrici italiane si innamorino come me di questo nuovo genere e mi auguro che le regine straniere del Dark Contemporary Romance arrivino presto in Italia con tutti i loro splendidi capolavori.

Me lo auguro anch’ io. Da quel poco che ho visto, con appena un romanzo e mezzo all’attivo, merita davvero. Chiara, di nuovo grazie e alla prossima occasione. Spero presto.

Ciao Stellina, e grazie ancora per questa opportunità.  Buona serata.

Anche a te, tesoro, grazie per la disponibilità, sei sempre molto gentile.

 

firma stella

 

 

 

 

 

 

4 Comments on Quattro chiacchiere con Chiara Cilli per presentare il genere Dark-Romance

  1. Veronica80
    novembre 12, 2015 at 6:49 am (3 anni ago)

    E io dov’ero in tutto questo….
    Come si disegnano le lacrimeeeeeee
    Stellaaaaaaaaa

    Rispondi
    • Stella
      novembre 12, 2015 at 9:35 am (3 anni ago)

      Cioèèèèèèèè, vuoi dirmi che non l’avevi letta??? o.O
      Forse ancora all’epoca non eri dei nostri ;)

      Rispondi
      • Veronica80
        novembre 14, 2015 at 7:17 pm (3 anni ago)

        Forse no Stella, altrimenti non me lo spiego :(

        Rispondi

Leave a Reply