Quattro chiacchiere con Chiara Cilli, i fratelli Lamaze e la splendida Aleskandra Nikolayev

Bentornate nel salotto di Stella, mai prima, come in questa  occasione, così super affollato. Come vi accennavo qualche giorno fa, oggi ho una piccola sorpresa in serbo per voi.

E’ tornata a trovarmi Chiara Cilli, che ringrazio immensamente per il tempo che mi ha dedicato nonostante il periodo molto inteso di impegni, vista l’imminente uscita del suo nuovo romanzo.

Ma il nostro incontro di oggi è un pò diverso dal solito, perchè Chiara è venuta accompagnata da un quartetto particolarmente intrigante e la nostra chiacchierata potrebbe aver preso una piega…diciamo, inaspettata. I nostri deliri, questa volta, grazie anche al contributo dei nostri ospiti, hanno raggiunto vette inimmaginabili. Il ricovero, per tutti, potrebbe essere sempre più vicino.

Curiose ?

Scorrete giù e scoprirete tutto quello che ci siamo detti ;)

11707538_921621364547747_3518856132877578344_n

– Ciao Chiara e bentornata, vedo che questa volta non sei sola, ci vuoi presentare i nostri ospiti?

Chiara: Ciao Stella! Innanzi tutto permettimi di congratularmi e farti i miei migliori auguri per questo nuovo bellissimo sito, spero ti porti tante soddisfazioni. Già, con mia grande sorpresa oggi sono accompagnata da tre bellissimi cavalieri…

*la risatina di Henri non sfugge a nessuno, tanto che deve coprirsi la bocca per mascherarla*

*Aleksandra gli dà una gomitata*

*Chiara e Armand sfoderano sorrisi sornioni per distogliere l’attenzione di Stella da Henri*

Chiara: … e da una splendida dama. Sto parlando di Armand Lamaze, Henri Lamaze, André Lamaze e Aleksandra Nikolayev, protagonisti della mia nuova serie dark contemporanea Blood Bonds. Ci tenevo a ringraziarli sentitamente per essersi offerti di partecipare con me a questa intervista e…

André: Io non mi sono offerto. Chiara mi ha promesso un arsenale nuovo.

*Aleksandra si copre il volto con una mano*

Aleksandra: Signore, salvaci…

*Chiara fa spallucce*

Chiara: Ogni uomo ha i suoi giocattoli.

Henri: Perché io sono dovuto venire per forza, invece?

*Aleksandra lo fulmina con gli occhi ridotti a due fessure ostili*

Aleksandra: Perché dove vado io, vai tu.

*Armand tossisce per soffocare la parola Sottomesso*

– Sei sicura che riusciamo a gestirli questi tre baldi giovani, credo non sia il caso di servire del caffè, magari camomilla e corde, per tenerli buoni?

*Armand le rivolge un’occhiata seducente*

Armand: Stavo pensando a qualcosa di più avvolgente…

*André si picchietta l’indice sul mento*

André: Devo ricordarmi di prendere qualche altra fune, quelle che ho ormai sono troppo vecchie.

Henri: Io vorrei solo tornarmene a casa…

*Aleksandra si illumina*

Aleksandra: Concordo!

*Henri sogghigna*

Henri: No che non vuoi, piccola.

*Chiara si sventola con la mano*

12079676_970116766364873_3425124700839865481_n

– Certo che, ragazzi, visti tutti e tre insieme, sullo stesso divanetto, fate un certo effetto, direi d’impatto.

Chiara: Vero, eh? Lo psicopatico, la guerriera, il trickster, l’ideatrice e il killer.

*André fa un’espressione elettrizzata palesemente sarcastica*

André: Super.

– Aleks, tesoro, ti vedo un pò nervosa, vuoi sederti accanto a me?

Henri: Ci deve solo provare.

*Aleksandra gli scocca un’occhiata di sfida*

Aleksandra: Sta’ a vedere.

Armand: Bambini, tranquilli, per favore.

*Chiara si massaggia la tempia*

Chiara: Era meglio se non lo portavo, lo sapevo.

– Henry, tu ritira gli artigli, lei al momento è sotto la mia responsabilità, le ho promesso che non le sarebbe accaduto niente di male, quindi fai il bravo.

*Henri la guarda con fare omicida*

Henri: Oppure, Stella?

-Oppure, forse, ti può interessare sapere che ho una certa dimestichezza con le armi, vuoi giocare al tiro al bersaglio?

Henri: Dimmi dove e quando.

*Chiara si congela*

Chiara: Ehm… che ne dite di procedere con le domande, prima che qualcuno si fa male?

12189769_982122365164313_6137734637062548878_n

– Aleks, come prima cosa, come stai? Com’è andato il tuo rientro a casa?

Aleksandra: Posso dire che non è andato decisamente come mi aspettavo. È stato terribile e mi ha lasciato completamente devastata.

Armand: Cosa che ti succederà per tutto il secondo romanzo, se ci riflettiamo…

Chiara: Shh!

*André alza gli occhi al cielo*

André: Oh, povera creatura.

– Come ti hanno accolto i tuoi genitori, hai raccontato loro quello che ti è successo?

*Aleksandra si irrigidisce, e Henri risponde per lei*

Henri: Diciamo che non ce n’è stato bisogno.

– Dopo quello che ti hanno raccontato i ragazzi, hai avuto modo di parlare con tuo padre, di chiedergli spiegazioni a riguardo?

Aleksandra: Possiamo passare oltre, per piacere?

André: Problemi nella tua famigliola felice e immacolata, Nikolayev?

*Aleksandra lo trafigge con un’occhiataccia*

Aleksandra: E nella tua, moccioso?

André: Che ca**o hai detto, pu****a?!

*Chiara stende le braccia per tenerli lontani*

Chiara: Easy, guys.

12065804_979406742102542_3375329904091023006_n

-Posso farti una domanda un pò indiscreta, ma che credo si stiano chiedendo in tante: in queste settimane, ti è mancato Henri?

*Aleksandra sbianca*

Aleksandra: Certo che no!

*Henri guarda altrove e mima il gesto del naso lungo di Pinocchio*

– Henry, ti sei ripreso, diciamo, dal tuo piccolo incidente?

Henri: Me la cavo, Stella.

*André si esamina le unghie*

André: Perché non le racconti quanto hai frignato mentre ti ricucivo i fori?

Henri: Chiudi la bocca, fratellino.

André: Perdente.

Armand: Qualcuno li fermi, o non la smettono più.

*Chiara fa cenno a Stella di proseguire con Henri*

– Secondo il tuo parere, Aleks è una pessima tiratrice o ha mancato la mira di proposito? Ti sei reso conto che poteva ucciderti?

*Aleksandra ridacchia*

Henri: Teneva quella fo****a pistola come si deve, ergo mi ha mancato di proposito.

Aleksandra: In realtà, credo mi fosse entrato un moscerino negli occhi…

– Cosa hai provato in quel momento? Più odio o delusione?

Henri: Ti piace provocarmi, vero, Stella?

-In realtà, giuro, non si tratta di provocazione, la mia è semplice curiosità.

Henri: Be’, sai come si dice, la curiosità uccise il gatto…

André: Io ero indignato. Molto.

*Chiara gli batte una mano sulla coscia*

Chiara: Nessuno te lo ha chiesto.

11811471_938318349544715_3624068278953220216_n

– Andrè e Armand, quali pensieri vi sono passati nella testa nel momento in cui avete trovato vostro fratello in un bagno di sangue?

Armand: Ho provato tanta ammirazione per la donna al mio fianco.

*Armand ammicca ad Aleksandra, poi tutti guardano André, che in realtà ha già risposto e rimane impassibile. Chiara per poco non scoppia a ridere*

Chiara: Ora puoi rispondere.

André: Ah, bene. Io ero indignato. Molto.

– Aleksa, quanto hai sofferto nel prendere la decisione di premere quel griletto?

*Aleksandra inarca un sopracciglio*

Aleksandra: Davvero?

Chiara: Credo che abbia sofferto più per il fatto di stare sparando a un essere umano, che per via della persona che aveva davanti.

*Armand cinge le spalle di Aleksandra con un braccio*

Armand: Abbiamo un nuovo mostro in famiglia!

*Lei lo respinge*

Alekandra: Neanche per idea!

– Questa domanda è per tutti e tre, altrimenti poi Armand e André potrebbero sentirsi messi in disparte, non sia mai. Vorrei chiedervi: quale lato della personalità di Aleks vi affascina di più?

Armand: Non ho mai incontrato donna più temeraria di lei.

*André muove la mascella a destra e a sinistra, fissando freddamente Stella*

André: N.E.S.S.U.N.O.

-André, perché mi stai lanciando sguardi assassini? Ti irrita così tanto la mia domanda?

*André si inclina leggermente verso Chiara, lo sguardo sempre su Stella*

André: Creatrice, sei consapevole che, anche se mi hai intimato di non portare armi, posso sempre farla fuori a mani nude, vero?

-Suscettibile il ragazzo! E tu, Henri, pensi di trovare la risposta fissando il fondo di quella tazzina?

*Henri serra fortissimo i denti, imponendosi di abbozzare un sorriso*

Henri: La sua forza.

12190991_983851541658062_7452917184598966595_n

– Mentre a te, Aleks, cosa di affascina di più dei tre fratelli Lamaze?

Aleksandra: Affascinarmi? Be’, Armand è l’unico che non ha cercato di uccidermi… però mi ha adescato affinché lasciassi la festa e potesse rapirmi. Quel piccoletto biondo laggiù ha minacciato più volte di tagliarmi la gola. E questo st****o accanto a me mi ha picchiato e violentato.

Henri: Se non ricordo male, hai urlato piuttosto forte, mentre ero dentro di te – e sono abbastanza sicuro che non fosse per il dolore.

*Aleksandra accavalla le gambe, a disagio*

Aleksandra: Dettagli…

*Henri è tutto sorridente e soddisfatto*

– Armand, tu sei l’unico che non ha subito certe attenzioni, come ti senti nei confronti dei tuoi fratelli? Ne avete mai parlato apertamente?

Henri: Questa è una domanda molto personale, Stella.

Armand: Preferisco non rispondere.

Chiara: E anche se volesse, non potrebbe – sicuramente gli scapperebbe qualche spoiler.

-Ok ragazzi, chiedo scusa, ma non potete biasimarmi dall’averci provato, è il mio lavoro quello di… scavare a fondo.

*André si illumina*

André: Oh, anch’io adoro scavare… fosse.

Chiara: André, non volevi un bicchiere d’acqua?

André: No.

Chiara: Bevi l’acqua!

12190914_984711734905376_7589690278770162141_n

– Armand, sei l’unico che ha dimostrato un minimo, esile, barlume di umanità nei confronti di Aleks, quindi volevo chiederti se approvi al cento per cento la sete di vendetta dei tuoi fratelli?

Armand: Come ho già detto ad Aleksandra, ho provato a tenerli fuori dall’eredità che nostro padre ci ha lasciato, ma è stato inutile. Non approvo al cento per cento il modo in cui vogliono farsi giustizia, ma qualunque cosa, pur di aiutarli a ritrovare la pace. Sono la mia famiglia.

Aleksandra: E bla bla bla…

*Henri le tira i capelli*

Henri: Zitta, piccola.

– Vi rendete conto che per le lettrici state concentrando la vostra cattiveria sulla persona sbagliata? Perché Aleks? Perchè non prendersela direttamente con suo padre, non era più semplice e diretto?

Henri: Credi che mi accontenti semplicemente di far soffrire un po’ quel bastardo per poi ammazzarlo? E quale piacere ne trarrei, io? Oh no… Io voglio che quel bastardo capisca che razza di rifiuto umano sia. Voglio che il senso di colpa lo dilani. Lo voglio vedere sgretolarsi ai miei piedi.

Aleksandra: Indovina indovinello, chi è che vedrà il suo piano andare a rotoli?

André: Questa femmina mi dà sempre più sui nervi…

– I vostri affari, come possiamo definirli… fantasiosi, per non chiamarli con il loro vero nome. Avete mai pensato di mandare tutto all’aria e cambiare completamente stile di vita e ricominciare da capo?

André: Certo che no.

Henri: … no.

-Un semplice no secco, non volete aggiungere altro?

*I due fratelli inarcano un sopracciglio di sfida*

Henri: Stai davvero rischiando molto, Stella.

-Che posso dirti, sono una ragazza temeraria. Armand?

Armand: All’inizio.

-Quindi, hai pensato di farla finita e cambiare, almeno per un momento, cosa ti ha fatto cambiare idea?

Armand: I miei fratelli avevano ancora bisogno di me, non potevo abbandonarli. Loro vengono prima di qualunque altra cosa.

– Posso chiedervi, come vi vedete in futuro, diciamo tra dieci anni?

*I fratelli si guardano, complici*

Armand: Esattamente dove siamo adesso, solo più… sereni.

12235099_985525638157319_2746060811993294539_n

– Ora, avrei anche una serie di domande da parte di un gruppo di vostre fan che ho coinvolto. Lo so, sembra strano ma, a quanto pare, ragazzi, siete più acclamati di una rock star. Che vi devo dire, segno dell’evoluzione dei tempi e della specie.

Henri: Perché siamo troppo fighi, ammettiamolo.

Aleksandra: Nei tuoi sogni, bastardo.

*Henri si china per sussurrarle all’orecchio*

Henri: Vuoi che ti spu****i qui davanti a tutti, facendogli vedere la tua reazione quando ti guardo in quel modo che ti fa impazzire?

Aleksandra: No…

Henri: E allora chiudi il becco.

*Chiara tenta di allentare la tensione*

Chiara: Team Lamaze!

– Andrè, la prima è per te, da parte di Federica che ti chiede se vuoi sposarla?

*André guarda Chiara*

André: Portami subito via di qui.

-Wowww, se l’hai presa male! Sai, dovrai farci l’abitudine a richieste di questo tipo, le fan sono scatenate.

André: Oh, ma anch’io. Potrei eliminarle in dieci secondi – o venti, dipende da quante sono.

12193756_983075065069043_5776496591006370608_n

– A questo punto, vista la domanda precedente, ve ne faccio una pure io. Avete mai avuto, in passato, relazioni durature e serie, o il vostro stile di vita non ve lo consente? C’è stata qualche temeraria che è, almeno in parte, riuscita una volta ad addomesticare un Lamaze?

Henri, Armand, André: Assolutamente no.

-Capisco, la devono ancora inventare quella Santa donna.

*Aleksandra si rivolge al cielo*

Aleksandra: Perché io, maledizione?!

– E chi di voi tre ha più successo con le donne?

*Tutti puntano il dito su Armand, che sorride e strizza l’occhio a Stella*

-Armard, pare che tu sia il prescelto. Hai armi di seduzione particolari per fare capitolare le donne ai tuoi piedi? Raccontaci un po’, siamo tutte orecchie.

Armand: Purtroppo non posso rispondere alla tua domanda, in quanto non ho bisogno di sedurre le mie donne. E, prima che tu mi chieda ulteriori chiarimenti, no, non posso dartene per due motivi: primo, ci sono i miei fratellini, e secondo, la Creatrice mi ammazza se lo svelo.

– La prossima domanda, in realtà, è per Chiara, sempre da parte di una lettrice. Emmmm, Armand, spero tu non sia permaloso, perché ti riguarda.

*Armand e Chiara si scambiano un’occhiata incuriosita*

-Se è vero che la violenza assistita fa più danni di quella subita, il più danneggiato dei Fratelli dovrebbe essere Armand… Essendo la sua l’ultima trilogia dobbiamo aspettarci un crescendo di violenza?

Chiara: Armand è un uomo molto diverso dai suoi fratelli, ed è tormentato da un demone forse ancora più spaventoso. Quando verrà il suo momento sarà molto sinistro, questo è tutto ciò che posso dire.

11921601_980981221945094_7113586075343433740_n

– Altra domanda per Chiara, ma temo la vostra reazione. Ragazzi, non è che dovete fare un giretto al bagno?

*Henri prende la mano di Aleksandra*

Henri: Okay, noi torniamo tra un po’!

André: Io vorrei sapere per quale motivo non ho potuto portare neanche un misero coltellino per sopravvivere a questa noia mortale.

-Tranquillo Andrè, giochiamo più tardi al massacro.

Armand: Comincio quasi ad aver bisogno di un’aspirina.

-Mi spiace, non ho farmaci con me al momento, bicchiere di vino, per dimenticare?

Armand: Rosso, per favore.

-Comunque, tornando a noi, Chiara, una lettrice chiede: “Mi interesserebbe la perizia psichiatrica di ognuno dei tre fratelli… Mi spiego meglio. Si tratta di sociopatia e quindi l’impossibilità di aderire alle regole della società dovuta ai traumi subiti, oppure stiamo parlando di psicopatici, quindi persone che hanno un grave deficit empatico? Questo particolare, che potrebbe sembrare insignificante, è invece fondamentale. Grazie alla tua risposta, Chiara, potremmo capire cosa muove l’agire dei tre fratelli e la possibilità o meno per ognuno di loro di riuscire ad amare, per quanto contorta possa essere per loro questa parola. Tanti saluti dal manicomio Lamaze.”

Chiara: Ritengo che si tratti sia di sociopatia sia psicopatia. Sicuramente in Henri e André è più evidente quest’ultima, ma è molto probabile che sia Armand il più instabile mentalmente, anche se è abilissimo nel camuffarlo – qualcuno deve avergli insegnato bene a farlo… Purtroppo no, io non credo che siano in grado di amare altri al di fuori della loro famiglia. I legami che instaureranno con le loro rispettive donne sono troppo distorti per essere definiti “d’amore”.

-Lasciate ogni speranza o voi che entrate!

Chiara: Yep!

12065754_980228958686987_7515215876982922506_n

– Un’altra ragazza dice di aver amato e odiato Henri, “lo avrei preso volentieri a bastonate in alcuni momenti”, è una reazione molto forte. Cosa ne pensi, Henri?

Henri: Dille di venire a trovarmi, sono certo di poterle chiarire le idee su quello che in realtà vuole farmi.

-Vedremo se accetterà l’invito.

*Aleksandra fa un grugnito disgustato*

Henri: Gelosa, piccola?

*Aleksandra si appoggia ad Armand con fare malizioso*

Aleksandra: Affatto.

-Noto che qui, qualcuno, ha una certa intesa. Qualcosa di cui dobbiamo essere messi al corrente?

Henri e Aleksandra: No.

– Andiamo avanti, altra domanda: hanno così tanta paura di essere amati da far uscire il loro lato peggiore e più violento?

Chiara: Io non credo che la loro sia paura di essere amati, a dire il vero, ma di diventare deboli e vulnerabili. Di conseguenza, reagiscono nel solo modo che conoscono.

*Armand annuisce solenne*

– Andrè, un’altra lettrice è rimasta intrigata da te e non vede l’ora di conoscere la tua storia, ti ha definito misterioso e letale. Pensi che ti rappresenti come definizione?

*Aleksandra ride sotto i baffi, mentre André serra la mascella*

André: Quello che penso è che non dovrebbe affatto sentirsi intrigata da me, perché se si avvicinasse, è probabile che le spezzerei il collo in mezzo secondo.

*Chiara lo trapassa con lo sguardo adirato*

Chiara: André!

*Lui è ancora più irritato, ma finge di rimediare alla minaccia*

André: Niente di personale, ovvio.

-Mmmmm, un vero Signore, devo dedurre che sai come trattare una donna – ovviamente sono sarcastica.

André: Ovviamente sto ridendo. Dentro.

11667508_921615424548341_6001376619849628632_n

– Armand, si parla e si fa salotto anche su di te, non credere.

Armand: Cominciavo a sentirmi un po’ offeso, lo confesso!

-Una delle ragazze dice: “Ho alcune riserve su Armand. Ne parlavo qualche tempo fa con un’amica e le dicevo che non mi fido di lui. Almeno Henri e André sono crudeli, sanno di esserlo e si comportano come tali. Armand invece dà speranza ad Alek, solo per poi strappargliela da sotto al naso. Mi ricordo che lo avevo definito come un uomo che, se vede una pecora ferita, la salva, solo per il gusto poi di darla in pasto ai lupi. Non mi fido decisamente.” Vuoi rispondere a tale affermazione?

*Armand è tutto orgoglioso*

Armand: Be’, non posso che complimentarmi con le intuizioni di questa fanciulla. E dirle che…

*Chiara lo pungola col gomito*

Chiara: No no.

*Armand sorride raggiante a Stella*

Armand: … e dirle che, se vuole scoprire di più, è la benvenuta al nostro castello.

-Attento a quello che dici, queste pazze sarebbero capaci di combinare gite organizzate. Ti ritroveresti stuoli di donne alle porte del tuo amato castello. Ti confesso che sarei curiosa di vedere come reagiresti davanti ad una scenetta del genere.

*Armand fa un sorriso da squalo*

Armand: Diciamo che non è mai successo prima che la merce varcasse di sua spontanea volontà l’ingresso della nostra dimora.

*Henri e André fanno un risolino*

-Tutto finalizzato al business, insomma. Ma passiamo oltre: a proposito di orde di donne impazzite, come gestite l’improvvisa fama che vi è capitata tra capo e collo?

Armand: Per i nostri affari non va molto bene. La nostra città è sempre stata isolata, conosciuta solo dalle persone giuste, ora invece dobbiamo lavorare più duramente per rimanere nell’ombra.

André: Quello che vuole dire è che fa schifo. A stento posso andarmene in giro in cerca di nuova merce senza che una qualche ragazza spunti da dietro l’angolo urlando come una pazza.

Henri: Non è così divertente.

André: Lo sarebbe se potessi ucciderle tutte, ma non posso, è una regola.

12189874_983439238365959_3093202421611893572_n

-Chiara, “Soffocami” – primo capitolo della serie “Blood Bonds” – è stato un grande successo, tra poco meno di un mese le lettrici avranno tra le mani “Distruggimi”- secondo episodio previsto per il 7 dicembre –, come ti senti? Soffri di una qualche ansia da prestazione o sei tranquilla?

Chiara: Sono così presa dai preparativi che non me ne accorgo nemmeno! Onestamente, riflettendoci, non ricordo di essere mai stata in ansia, prima della pubblicazione di uno dei miei romanzi. Sono una maniaca del controllo, quindi non me lo posso permettere!

-E voi, ragazzi, siete pronti a condividere di nuovo la vostra vita e le vostra gesta con le lettrici?

André: Yay!

*Henri, Armand e Chiara si coprono la faccia mentre scoppiano a ridere. Aleksandra, invece, si è impietrita scherzosamente*

Aleksandra: Io no.

-D’accordo, dopo queste battute finali, io direi di dichiarare ufficialmente conclusa la nostra chiacchierata, prima che qualcuno mi lanci un coltello tra gli occhi.

*Chiara accarezza i capelli di André*

Chiara: Naa, lui in realtà è un cucciolone!

André: Grazie. Davvero.

-Un vero angelo, devo dire. Dunque, ragazzi, nonostante le lamentele di qualcuno, per me è stato un vero piacere avervi qui, come ospiti. Mi auguro ci sia ancora, in futuro, l’occasione di rivederci. Prometto che mi equipaggerò di scorte di alcoolici belli forti e di droghe pesanti  ;)

Armand: Grazie a te, Stella. È stato un piacere condividere questa esperienza con te e le lettrici che ci seguono con tanto fervore.

Henri: Un’intervista così… piacevole, Stella.

-Si, immagino. Come una seduta dal dentista. 

Aleksandra: Grazie a te, per avermi concesso un attimo di respiro con questi tre – più qualcun altro che fortunatamente non è stato invitato.

*Tutti guardano André che, riluttante, ringrazia con fare palesemente caustico*

André: Sì, grazie. Davvero. Grazie infinitamente.

-Chiara, grazie veramente di cuore, è sempre un vero piacere collaborare con te, sei stata carinissima e super disponibile come sempre. Mi sono divertita da matti con questi ragazzacci e la nostra gentile fanciulla.

Chiara: Sì, anch’io! È stato davvero uno spasso portarli in giro – sono esilaranti! Grazie immensamente a te, Stella, per averci ospitato ♥

-Alla prossima, e ho già in mente qualcosa ;)

Chiara: Fantastico, non vedo l’ora! E adesso… selfie! Dai, mettiamoci in posa.

*Henri finge di strangolare Aleksandra e snuda i denti, mentre lei fa una smorfia agonizzante. Chiara solleva un angolo delle labbra di André e Armand trae Stella a sé*

Chiara: Dite cheese!

12088151_968941136482436_9189528800636069781_n

P.S. La foto è già in cornice che fa bella mostra di se sulla mia scrivania, manca solo la dedica :D

P.P.S. I graphic teaser e le immagini presenti nell’articolo sono stati gentilmente scippati dal profilo facebook di Chiara ;)

 

Distruggimi

TRAMA

Credevo di essere sopravvissuta all’orrore. Mi sbagliavo.
Credeva di potermi sfuggire. Ma non ha scampo da me.

Non riesco a liberarmi di lui.

Non le permetterò di cacciarmi dalla sua mente.

È nella mia testa, nel mio sangue, nelle mie ossa.

È un mostro che vuole impossessarsi della mia anima e farla a brandelli.

Henri Lamaze è l’incubo di morte da cui non sarò mai in grado di svegliarmi.

Aleksandra Nikolayev è l’ultimo demone che devo sconfiggere.

Questa volta non riuscirò a contrastare il suo veleno.

Questa volta sarò io a non sopravvivere a lei.

È finita.

E non posso accettarlo.

firma stella

11 Comments on Quattro chiacchiere con Chiara Cilli, i fratelli Lamaze e la splendida Aleskandra Nikolayev

  1. Veronica80
    novembre 12, 2015 at 10:42 am (3 anni ago)

    Dunque…
    Ho le mani sudate e questo la dice lunga sul mio stato mentale. Per ora ho solo una parola per la tua intervista Stella : GENIALE!!! Mi sono divertita da pazzi ;)
    Federica sbaverà chilometri di bava su André :)
    Già me la vedo…
    Stella ho sentito una certa tensione tra te e Armand…
    Devi raccontarci qualcosa??? :)
    Aspetto ansiosissima altri effetti speciali…
    Rileggerò con calma l’intervista e a freddo forse riuscirò a fare qualche commento corrente ;)
    Un grazie immenso a Stella e Chiara ;)

    Rispondi
    • Federica
      novembre 12, 2015 at 2:34 pm (3 anni ago)

      Ahahahahah ormai mi conosci troppo beneeee °-°
      “Ovviamente sto ridendo. Dentro” ahahhahahahah adorabileee <3 <3
      "Se si avvicinasse le spezzerei il collo" °-° Mamma mia, non vedo l'ora di leggere la sua trilogia °-° Cicci hai visto, diventa un altra persona quando parla delle sue passioni <3 <3 Oh, chi i francobolli e chi i coltelli, ognuno xD
      Anche Henri non ha scherzato cmq eh xD

      Rispondi
  2. Irina
    novembre 12, 2015 at 12:29 pm (3 anni ago)

    Che bella questa intervista, hai avuto un’idea geniale! Grazie per le risate che mi avete fatto fare!

    Rispondi
  3. Chiara Cilli
    novembre 12, 2015 at 12:45 pm (3 anni ago)

    Ahahahahahahaha approvo lo shippaggio dei teasers grafici ;) ♥

    Rispondi
  4. Chiara
    novembre 12, 2015 at 1:35 pm (3 anni ago)

    No ma questa è favolosa e alla proposta di fede non ho smesso più di ridere!!!! Voi siete delle matte stupende!!!!! Avete creato qualcosa di originale e unico!!!!!

    Rispondi
    • Federica
      novembre 12, 2015 at 2:35 pm (3 anni ago)

      Ahahahahahah immagina io Chiare! XD
      mi sono capottata xD

      Rispondi
  5. Helene
    novembre 12, 2015 at 2:09 pm (3 anni ago)

    Che intervista!… questa volta ci hai sorprese veramente Stella!
    Idea geniale e divertentissima, Alek e i tre fratellini assolutamente credibili!
    A Chiara dico solo che ha un talento straordinario perchè con questa sua storia è stata capace di far sorgere nel cuore delle lettrici i sentimenti più contrastanti ad un livello profondo!
    Non oso immaginare il delirio quando verrà pubblicato Distruggimi….Veronica, Fede siete pronte????? ;-)

    Rispondi
    • Federica
      novembre 12, 2015 at 2:31 pm (3 anni ago)

      oooohh °-°
      Eccome se sono pronta!! Coltello fra i denti, mi schricchiolo collo e mani e poi possiamo cominciare *-*

      Rispondi
      • Veronica80
        novembre 12, 2015 at 9:54 pm (3 anni ago)

        Elena sono prontissima! Anamnesi alla mano e adesso passiamo alla diagnosi ah ah ah :)

        Rispondi
  6. Federica
    novembre 12, 2015 at 2:30 pm (3 anni ago)

    Eccommmiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!! °-°
    wwwwwwwwwwwwwwwaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!! ma come, manco mezza giornata e guarda cosa mi perdooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Stella, quando hai riportato la mia proposta di matrimonio sono caduta dalla sedia, te lo giuro xD
    Ahahahahahah mi sono ribaltata :Q___ Però direi che ho una buona base di partenza su cui lavorare!!
    Il piccolo Lamaze mi ha fatto schiattare anche quando ha detto che gli piace scavare fossi! :D
    Intervista a dir poco geniale, Stella, un giorno mi spiegherai come hai fatto a contenerti davanti a tutto questo ben di dio!!!!!
    Armand, Arman, sempre più convinta che nascondi qualcosa :3 non vedo l’ora di smascherarti muahahahahah
    Henri ed Alek invece sono i soliti duci *-* con lei che prova a tenerli a bada tutti quanti *-* e Henri con i suoi sguardi che ti fanno sciogliere sul posto (ci siamo capite)
    E quando hai chiesto quale fosse il lato di Alek che gli piaceva di più e Andrè ha risposto nessuno??? xD
    Giuro, ho riso a ogni rispostaaa!! Poi quando comincia a parlare di coltelli e lame gli brillano gli occhi, cucciolo °-° LO AMO, PUNTO!
    Ora ho anche il benestare di Armand per andare a visitare il castello, quindi, ADDIO GENTE, IO PRENDO IL PRIMO VOLO PER LA TRANSILVANIA!
    Grazie a Stella e a Chiara per questa bellissima intervista <3 <3
    Vi amiamo sempre di più <3 <3

    Rispondi
  7. rosig
    novembre 12, 2015 at 5:20 pm (3 anni ago)

    Wauuuuuuuuuuu Stella bellissima intervista ! Tu e Chiara siete state grandi uno spasso. ….
    Che dire i fratelli Lamez sono adorabili con le loro battute la Alek e una donna super. ….
    Grazie a Stella e Chiara x questa favolosa intevista un bacio ad Entrambe…….

    Rispondi

Leave a Reply