“Dimmi che Sarai Qui” sarà il titolo dell’atteso “Archer’s voice” di Mia Sheridan –Recensione a cura di Helene

Ne avevamo già parlato ampiamente alcuni mesi fa, ed ora, l’attesissimo “Archer’s Voice” di Mia Sheridan è finalmente pronto ad arrivare tra le vostre mani.

Il romanzo è da considerarsi un singolo, ma facente comunque parte della serie “Signs of Love“, già inaugurata qualche tempo fa nel nostro paese con la pubblicazione, sempre ad opera della Newton, di “Se non Torni sto Male” e “Torno Sempre da Te.”

Dimmi che sarai Qui” è il terzo titolo in programma che troverete disponibile dal prossimo 3 dicembre, come sempre nella doppia versione, digitale e cartacea.

Tutte quante noi avremo modo, così, di conoscere la dolcissima storia tra Archer e Bree, due anime ferite che grazie al loro amore sono tornate a vivere.

E nel frattempo, la famiglia della serie “Signs of Love” si è ulteriormente allargata, passando da sette a nove romanzi all’attivo, di cui uno  – Grayson’s Vow – pubblicato da poco che sta riscuotendo un ottimo consenso tra le lettrici, mentre un altro – Midnight Lily –  ancora in fase di lavorazione e in attesa di vedere la luce con l’arrivo del nuovo anno.

mia

Vi ricordo che, come già anticipato in precedenza, anche il romanzo “Archer’s Voice” di Mia Sheridan finirà prossimamente sul grande schermo- ho inserito lo screen dell’annuncio che trovate sopra questa nota –

La produttrice della pellicola sarà Lauren Levine, che ne ha acquistato i diritti, e la stessa autrice è coinvolta nel progetto. Dopo l’annuncio del gennaio scorso, al momento, non ci sono ancora aggiornamenti di nessun tipo sulla pellicola in lavorazione ma, come sempre, siamo qua, fiduciose, ad aspettare buone nuove.

Ed è proprio come in un film che durante la lettura la nostra Helene vi è vista passare davanti questo romanzo, scena dopo scena, finendo per conquistarla. Il suo entusiasmo nei confronti di questa storia che le aveva rubato un pezzetto di cuore aveva incuriosito anche tante di noi, compresa la sottoscritta, all’epoca in cui, molto gentilmente, si era prestata a condividere con noi le sue emozioni scrivendo la recensione che segue e che, per l’occasione, ho deciso di riproporvi.

BOOK TRAILER

 

-“ARCHER’S VOICE” –RECENSIONE A CURA DI HELENE-

 “Archer’s Voice” è la storia di Bree  Prescott ed Archer  Hale due anime ferite in modo tragico da una vita crudele che ha sottratto loro ciò che di più caro potevano avere: i genitori. Archer  inoltre, nel suo triste passato ha perso anche la voce.

La narrazione è a POV alternati tra i due protagonisti, con brevi flashback dell’infanzia di Archer, anche se la narrazione è prevalentemente ad opera di Bree, personaggio femminile.

All’inizio della storia la voce del piccolo Archer ci introduce nella sua casa, tra i suoi giochi e le sue piccole paure che ci fanno comprendere da subito come la sua vita fosse segnata da un destino avverso: il padre alcolizzato e violento, e la madre abusata ed incapace di reagire.

image

Quando la storia torna nel presente troviamo Bree, che lascia l’Ohio con il suo fidato cagnolino senza una meta precisa, ma con la speranza di dimenticare quello che le è successo in una notte terribile e che continua a generarle incubi e un frustrante senso di colpa.

La ragazza giunge così a Pelion una piccola cittadina del Maine, affacciata su uno splendido lago, una località a lei cara, dove un tempo era stata felice con la sua famiglia.

Durante il suo soggiorno, la strada di Bree  incrocia quella di Archer, il randagio della città, il loro primo incontro è inaspettato e piuttosto imbarazzante. Un giovane uomo che vive la sua vita come un eremita tra l’indifferenza ed i pettegolezzi della gente del luogo che pensa sia pazzo. Il suo aspetto è trascurato: ha lunghi capelli scuri ed una barba che copre quasi completamente il suo viso, come se stesse nascondendo se stesso dal resto del mondo.

image

Il giovane è misterioso, ma comunque attraente ad uno sguardo più attento. Bree resta impressionata dai suoi occhi ambrati, tristi e gentili come quelli di chi nell’animo porta delle ferite che non si possono rimarginare. Sente di provare una connessione profonda con la sofferenza di quell’uomo così strano e silenzioso e fa tutto il possibile per avvicinarsi a lui e diventarne amica, rompendo lentamente il muro che avvolge il cuore di Archer con tutti i suoi segreti.

La loro storia è un crescendo perfetto in cui entrambi imparano ad aprirsi e a liberarsi di tutte le loro paure, insicurezze e sensi di colpa. Il fatto che Archer non possa parlare costituisce un valore aggiunto al loro legame, perché a volte uno sguardo, un gesto o un sorriso possono comunicare più di mille parole.

Archer nel suo isolamento non ha potuto provare tutte le esperienze che la vita offre, sarà Bree la prima con cui riuscirà a comunicare attraverso il linguaggio dei segni e sarà sempre grazie a lei che imparerà ad amare.

image

Ed e’ proprio da qui in poi che il cuore inizia a fremere. Ad ogni pagina accresce il desiderio di aiutarlo, di prendersi cura di lui, accarezzarlo, baciarlo, possederlo proprio come fa Bree che, grazie all’amore per Archer, riesce a sconfiggere i suoi demoni. Bree è una donna forte e si innamora di Archer in maniera viscerale, se fosse necessario lo aspetterebbe per sempre.

Le cose tra loro si complicano quando Archer prova a fidarsi degli altri e ad abbandonare il suo piccolo angolo di mondo.

La consapevolezza di dover essere finalmente un uomo ed il rischio di perdere una persona che ama più di ogni cosa lo opprimono come un macigno, spingendolo a compiere un gesto doloroso ma necessario.

Dopo una lotta interiore che fa tremare i polsi, Archer dimostra di essere pronto ad affrontare il mondo reale, quello al di fuori dai confini della sua proprietà, quello che vuole condividere con Bree ed è l’apoteosi dei sensi.

image

Molte situazioni sono state create ad arte dall’autrice per tenerci con il fiato sospeso.

Sono molte le situazioni di suspense e tensione che fanno trattenere il respiro e sul finale, davvero, non riuscivo più a staccarmi dalle pagine con l’altalenarsi di tutti i sentimenti possibili: ansia, dolore, rancore, pianto, sollievo e gioia, quasi troppo tutto in una volta!

 Archer’s voice è un romanzo che arriva al cuore passo dopo passo fino a travolgerlo completamente.

L’ho apprezzato dalla prima all’ultima pagina, tanto che desideravo non finisse. Avrei voluto rimanere con Bree nella terra di Archer, nel giardino sull’amaca, andare alla piccola spiaggia sul lago in bicicletta e vedere i cuccioli rincorrersi, chiudere gli occhi e immaginare di vedere il volto di Archer, con tutto il suo carico di bellezza, mistero, profondità emotiva, timidezza, tenerezza, lussuria, passione e amore, quello vero.

Archers-Voice-by-Mia-Sheridan

 

Archer  non rientra tra quei maschi alfa a cui oramai siamo quasi assuefatte. Il suo è un fascino inizialmente discreto per poi diventare prorompente tanto da far male. Il suo comunicare attraverso il linguaggio dei segni e utilizzando tutto il suo corpo un vero uno spettacolo, lasciatemelo dire, e grazie a questo dettaglio alcune scene sono veramente molto sensuali e fanno alzare di parecchio la temperatura.

I panorami che fanno da contorno a questa storia sono splendidamente descritti; è un’esperienza unica immaginarsi il piccolo cottage di Bree con le finestre aperte sul lago, la brezza che gonfia le vele delle barche che ondeggiano lentamente, il suono della risacca sulla spiaggia, il mutare delle stagioni che va di pari passo con la crescita emozionale dei due protagonisti, dal caldo dell’estate con il suo sole -la scoperta, la passione-, all’autunno con il cambio di colore delle foglie e della luce -con tutte le sfumature che i dubbi dell’amore possono portare-, sino all’inverno, freddo e gelido come i respiri che si trasformano in nuvole leggere, pieno di solitudine e momenti di sconforto.

La voce di Archer non si sente attraverso i suoni, ma con il cuore e Bree l’ha sentita forte e cristallina.

 Se quando scattiamo una fotografia trasformiamo “un respiro” in un “per sempre” provando un’emozione, bè, io di “Archer’s Voice” ho un personale album fotografico!

dimmi-che-sarai-qui_7270_x600

 

TRAMA

Quando Bree Prescott arriva nella pacifica e tranquilla cittadina di Pelion, affacciata sulle rive di un lago nel Maine, si augura contro ogni speranza che sia il luogo dove finalmente potrà trovare quella pace che cerca disperatamente da tempo. Nel suo primo giorno di permanenza, la sua vita si scontra con quella di Archer Hale, un uomo che vive isolato in agonia dei suoi segreti. Un uomo che nessuno vede.

“Archer’s Voice” è la storia di una donna incatenata alla memoria di una notte orribile e di un uomo il cui amore è la chiave per la sua libertà. Questa è la storia di un uomo silenzioso che vive la sua vita accompagnata da lancinanti ferite e di una donna che l’aiuta a ritrovare la sua voce. Questa è una storia di sofferenza, di quello che ci riserva il destino e del potere dell’amore in grado di trasformare ogni cosa.

PRENOTATE LA VOSTRA COPIA

 

 

Un ringraziamento particolare a Helene, per aver raccolto, ancora una volta, il mio invito e per la sua disponibilità.

 

image

 

LA SERIE “SIGN OF LOVE” E’ COMPOSTA DA:

#1- SE NON TORNI STO MALE (Leo-Sign of Love)

#2- TORNO SEMPRE DA TE (Leo’s Chance – Sign of Love #2)

#3- Stinger (Sign of Love – Scorpio)

#4 –DIMMI CHE SARAI QUI (Archer’s Voice – Sign of Love – Sagittarius)

#5-Becoming Calder (Sign of Love – Aquarius – part #1)

#6-Finding Eden (Sign of Love – Aquarius – part #2)

#7- Kyland (Sign of Love – Taurus)

#8- Grayson’s Vow ( (Sign of Love – Libra)

#9- Midnight Lily (Marzo 2016 in lingua inglese, ancora work in progress)

firma stella

 

 

11 Comments on “Dimmi che Sarai Qui” sarà il titolo dell’atteso “Archer’s voice” di Mia Sheridan –Recensione a cura di Helene

  1. Federica
    novembre 26, 2015 at 4:34 pm (4 anni ago)

    Uuuuh che belloooo *-* booktrailer fantastico e recensione a dir poco stupenda *-* non vedo l ora di leggerlooooooo!! Sono sicura che me ne innamorerò <3

    Rispondi
    • Veronica80
      novembre 26, 2015 at 4:56 pm (4 anni ago)

      Davvero bellissima recensione…
      Fede sarà un dicembre ricco ;)

      Rispondi
      • Helene
        novembre 26, 2015 at 5:06 pm (4 anni ago)

        Grazie ragazze! Vi abbraccio forte!!! <3<3

        Rispondi
  2. Veronica80
    novembre 26, 2015 at 4:55 pm (4 anni ago)

    Ricordavo questa recensione…
    Ma oggi rileggendola con il senno di chi conosce la sua autrice ne colgo le sottili sfumature :)
    Io ho un rapporto burrascoso con i New Adult, ma questa storia mi incuriosisce talmente tanto che ho deciso di saltare l’ostacolo …

    Rispondi
    • Stella
      novembre 26, 2015 at 6:35 pm (4 anni ago)

      Ma guarda, Vero, per me non è da considerarsi un New Adult. L’anno scorso è stato candidato come uno tra i migliori romanzi dell’anno su Goodreads ed è stato inserito nella categoria Romance e non New Adult.

      Rispondi
  3. Helene
    novembre 26, 2015 at 5:05 pm (4 anni ago)

    Grazie mille Stella, mi sono emozionata!!! <3

    Rispondi
    • Stella
      novembre 26, 2015 at 6:31 pm (4 anni ago)

      Grazie a te, è stato di nuovo un piacere ;)

      Rispondi
  4. Virna
    novembre 26, 2015 at 5:15 pm (4 anni ago)

    Io ero scettica e mi sono ricreduta proprio grazie a Helene
    Una recensione bellissima

    Rispondi
  5. Kira Amaterasu
    novembre 26, 2015 at 5:40 pm (4 anni ago)

    Non ho mai dimenticato questa recensione, grazie alla quale sono venuta a conoscenza del romanzo.

    Questa storia deve essere bellissima, al pari di Ugly Love

    Non vedo l’ora di leggerla, sperando che esca anche in formato cartaceo. :-)

    Rispondi
    • Stella
      novembre 26, 2015 at 6:30 pm (4 anni ago)

      Si, esce nel doppio formato lo stesso giorno

      Rispondi

Leave a Reply