Un viaggio nel tempo con “Il Silenzio del Peccato”, il nuovo racconto di Linda Bertasi

Molte di voi conoscono la mia passione per il romanzo storico. Proprio l’altro giorno mi lamentavo con alcune amiche che da troppo tempo non mi capitava per le mani un Libertino di quelli che ti mettono in ginocchio alla prima riga, ma la colpa sta anche nel fatto che, purtroppo, non leggo tanti romanzi appartenenti al genere come vorrei.

L’ultimo letto, in ordine di tempo, risaliva all’agosto scorso, con lo spassosissimo “Miss Disaster” della cara Ellie Clivens, che aspetto al varco al più presto, tra le altre cose.

Era arrivato il momento di porre rimedio a questa mia mancanza, riesumare dal vecchio baule sottogonne e crinoline e lasciarmi trasportare in altre affascinanti epoche e il racconto di cui sto per parlavi mi è capitato tra capo e collo proprio a fagiuolo, come si suol dire.

So che molte di voi non si sono ancora convertite al genere ma, magari, il lui qui sotto potrebbe essere un buon incentivo per iniziare, che dite?

Si, gioco sporco, ne sono consapevole ;)

Charles-Brandon-02

Perchè, durante la lettura de “Il Silenzio del Peccato” – l’ultimo racconto lungo di Linda Bertasi pubblicato dalla Delos Digital – associare l’immagine a lui, è stato veramente un riflesso incondizionato.

Non è un segreto che, tra le mie tante passioni, oltre ai libri, ci sono anche le serie televisive. Sul mio carnet ne ho segnate almeno un centinaio tra quelle viste, compresa “The Tudors”, dove il nostro faccia d’angelo, Henry Cavill, interpretava all’epoca Charles Brandon, I duca di Suffolk, tra i protagonisti citati nel passionale triangolo creato da Linda.

Eh già, Signore mie, perchè saremo pure nel Cinquecento, ma il triangolo – lui, lei, l’altro- è intramontabile, si adatta alla perfezione in ogni epoca e, se aggiungiamo il fascino del proibito, dell’illecito, diventa una vera e succulenta tentazione.

Charles, imponente in sella al suo destriero, incontra la dolce ed innocente Jane in un sentiero di campagna. Sembra quasi l’inizio di una favola d’altri tempi. Ho detto quasi.

henry-cavill-the-tudors-the-tudors-c7e694055489cb2051195a2be1740992-large-38926

Riconobbe il rumore degli zoccoli sul sentiero…Un uomo sedeva in sella a un purosangue, gli stivali infilati nelle staffe, la postura eretta, il mento alto e sfidante… un sorriso gli incurvò le labbra mentre la guardava… Jane non aveva mai visto occhi così magnetici, nè uno sguardo tanto insistente.”

Immagine calzante con il piccolo estratto, non trovate? Ma torniamo a noi.

La passione tra i due divampa al primo sguardo, tanto che, Jane, in preda a questa nuova e sconosciuta febbre che le incendia i sensi, gli concede la sua purezza.

Ma come dicevo prima, questa non è una favola e il lieto fine non sembra essere contemplato per questa nuova coppia. Il destino ha in mente altro per la giovane fanciulla e il suo spasimante di nobili origini ed entrambi sono costretti a sottostare alle regole e agli intrighi di corte, passatempo, quest’ultimo, dei potenti avvezzi ad ottenere tutto quello che vogliono.

In un’epoca dove le donne non erano padrone di decidere della propria vita tutto può accadere, anche venire separate da quello che si crede il grande amore.

I due vedranno le loro strade dividersi, ma seppure sempre unite dagli avvenimenti storici, che Linda, da grande appassionata di storia, ha narrato con particolare cura dei dettagli, intersecando fatti e personaggi realmente accaduti con quelli di fantasia romanzati, descrivendo con minuzia di dettagli le scenografie così come i costumi.

L’unico difetto riscontrato, se tale si può definire, di questo racconto è stata la lunghezza del testo. Avrei letto volentieri altrettante pagine se non qualcosina di più. Non so se è chiaro il concetto, ma io questi limiti di battute fatico a digerirli. A mia discolpa posso dire che, quando una storia mi coinvolge, non mi basta mai e vorrei la parola fine sempre molto lontana.

Per stuzzicare ulteriormente la vostra curiosità in caso gli incentivi postati non siano bastati, di seguito trovate sinossi e book trailer del romanzo.

 

 

81FOaIN7QbL._SL1500_

TRAMA

Nell’Inghilterra di Enrico VIII una storia di seduzione e inganno, di passione e omertà, dove niente è come sembra. Una serva divisa tra un duca e un ricco avvocato, tormentata da incubi inspiegabili e da un desiderio proibito.

Essex 1522. Jane Rivers ha solo sedici anni quando incontra Charles Brandon, il duca di Suffolk. Una tempesta fortuita li costringerà a ripararsi in un capanno tra i boschi e la passione li travolgerà. Ma Jane è una serva e Charles un duca, non c’è spazio per l’amore. I genitori della ragazza, per nascondere l’onta, la costringeranno a un matrimonio riparatore con il promettente avvocato e amico di famiglia Richard Howard. Per Jane una nuova vita si profila all’orizzonte e una tenuta opulenta in cui trascorrerla. Ma cosa nasconde questa villa e perché un gentiluomo dovrebbe scegliere di dare scandalo e sposare una contadina? Cosa si cela dietro gli incubi che da anni tormentano Jane e che riaffioreranno non appena varcata la soglia di Manor House? Nell’Inghilterra di Enrico VIII tra seduzioni e inganni, una storia di passione e omertà che affonda le sue radici nel silenzio.

 

BOOK TRAILER

PRENOTATE LA VOSTRA COPIA

natale

6 Comments on Un viaggio nel tempo con “Il Silenzio del Peccato”, il nuovo racconto di Linda Bertasi

  1. Renèe
    dicembre 8, 2015 at 11:18 am (2 anni ago)

    Okay, parliamone…non mi resta che correre ad acquistarlo… mi avevi convinta già dalla prima foto!!! :-)

    Rispondi
  2. Veronica80
    dicembre 8, 2015 at 3:02 pm (2 anni ago)

    Io e gli storici lo sai….
    Comunque bello l’articolo è il booktrailer stupendo ;)

    Rispondi
    • Stella
      dicembre 8, 2015 at 10:20 pm (2 anni ago)

      Il mio obiettivo, piano piano, è quello di convertirvi tutte quante. Prima o poi ci riuscirò ;)

      Rispondi
  3. linda
    aprile 23, 2016 at 7:24 pm (1 anno ago)

    Grazie infinite per la bellissima recensione <3

    Rispondi
    • Stella
      aprile 24, 2016 at 8:47 pm (1 anno ago)

      Ciao Linda, non c’è di che (:wink:)

      Rispondi
  4. Judi
    giugno 20, 2016 at 1:35 pm (1 anno ago)

    I see you don’t monetize your blog, i’v got idea how to earn some
    extra cash using one simple method, just search
    in google for – money making ideas by Loocijano

    Rispondi

Leave a Reply