“UpTown Girl” Release Day – Raffaella V. Poggi (Velonero) presenta il suo nuovo romanzo

Quella di oggi è una giornata particolare perchè, dopo anni di attesa, finalmente un romanzo di un’autrice a cui mi sento legata a doppio filo vede la luce.

Si tratta di “Uptown Girl“, il nuovo romanzo di Velonero che recentemente, in accordo con la sua casa editrice, la Newton Compton, ha detto addio al suo pseudonimo per firmarsi con il suo nome, Raffaella V. Poggi, dove la “V” puntata sta comunque per Velonero, ad indicare un percorso ed un progetto creativo ancora in corso.

Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, al primo colpo d’occhio dato alla cover, così simile a quella del suo precedente romanzo – “Un Lungo Fatale Ultimo Addio” -, non abbiamo a che fare con uno storico, ma con un contemporaneo, anche se, pure in questo caso, non mancherà la nota legata al passato.

uptowngirl

Uptown Girl“, insieme ad “Uno Sfregio sul Cuore“, sono stati in assoluto i primi due racconti che, tre anni fa, sono arrivati nella mia casella di posta e mi hanno fatto conoscere il talento di Raffaella. All’epoca fu lo “Sfregio” a conquistare immediatamente il mio cuore, anche perchè probabilmente, pur apprezzandone lo stile, la mia mente in quel periodo era un pò satura di frustini e manette. Quel racconto, scritto in tutta fretta per partecipare ad un concorso, è rimasto poi chiuso nel famoso cassetto per diverso tempo. Poi, il file è stato riaperto, rielaborato, discusso, i personaggi hanno intrapreso strade, hanno preteso di raccontare quello che veramente era accaduto nelle loro vite e la storia pian piano si è evoluta, trasformata in quello che, si spera, molte di voi si ritroveranno sotto gli occhi in questi giorni, se non addirittura in queste ore.

I frustini e le manette di cui sopra sono ancora parte integrante del racconto, ma arrivati a questo punto definire il tutto sotto il genere erotico non gli renderebbe giustizia. E’ questo e molto altro di più. Il rapporto Dom/Sub in questo caso, così come la parte erotica, è si ben presente, ricca e sensuale, ma funge da mezzo e da collante per introdurvi in una storia più complessa e dalla trama estremamente intricata dove molti generi del romance – erotico, suspense e volendo anche storico – si fondono tra loro per dare vita a qualcosa di unico.

P.S. la canzone Uptown Girl di Billy Joel ha ispirato in parte la storia a Raffaella

Inizialmente vi sembrerà di ritrovarvi tra le mani un romanzo come tanti, con i soliti clichè: un lui, una lei, una proposta indecente e giochini scabrosi. Ma man mano che gli eventi si susseguono vi renderete conto che niente è come appare e la vostra pazienza e curiosità nel procedere nella lettura verrà ampiamente ripagata.

Questa, alla fine della fiera, è in realtà una storia di vendetta, di un mondo subdolo e corrotto dalla perenne sete di potere che distrugge e annienta tutto quello che incontra sul suo cammino, compreso l’animo umano di una giovane ragazza, Jackie, disposta a sacrificare tutto in nome dell’amore. Quell’amore puro e candido che ti riempie la vita ma che allo stesso tempo ti lascia vuota dentro, morta dinanzi ai sentimenti e alle emozioni. Insieme a lei e ai numerosi intrighi di cui suo malgrado fa parte, vivremo la sua caduta e la sua rinascita. Ma non è finita qui, perchè questa storia  ha mille sfaccettature, come quelle di una pietra preziosa, simbolo di ambizione, riscatto e seconde occasioni a lungo desiderate e rincorse senza tregua.

So che ancora una volta il mio tentare di spiegarvi questo romanzo può apparire contorto e privo di senso, ma mai come in questo caso mi riesce difficile narrarvi i fatti contenuti al suo interno, perchè il rischio di incappare in grosse anticipazioni e rovinarvi il gusto della lettura è veramente dietro l’angolo.

up

E’ per questo motivo che ho invitato Raffaella a fare una chiacchierata con me per presentarvi al meglio il suo ultimo lavoro ma, come al solito, abbiamo perso la rotta e ci siamo ritrovate a ciarlare di tutto e di più. Quelle due o tre domande che avevo in mente si sono trasformate, per l’ennesima volta, in un ruota libera di diverse ore in cui, comunque, sono riuscita ad estorcerle diverse chicche interessanti sui diversi progetti che la vedono coinvolta.

Ho tentato di dare un filo logico ai nostri infiniti deliri, credo di esserci in qualche modo riuscita, ma quello che mi preme dirvi è che vi invito a rileggere questa nostra chiacchierata anche in un secondo momento, dopo la lettura del romanzo, in questo modo tanti dei nostri riferimenti fatti acquisteranno il loro valore. Infatti, molti dei personaggi citati e menzionati che troverete a seguire li ritroverete tutti in “Uptown Girl”.

Vi ricordo infine, prima di lasciarvi al nostro dialogo, che il romanzo in uscita oggi – 29 febbraio – è disponibile al momento nella sola versione digitale, quella cartacea sembra prevista per la prossima estate, non abbiamo ancora una data certa ma, come sempre, non mancherò di comunicarvela non appena ne sapremo qualcosa di più.

BOOK TRAILER

 

Raffy, sei pronta? Facciamoci la nostra chiacchierata scaramantica.

Ok, vai boss.

Ti stai abituando al nuovo nome, o soffri di qualche crisi di identità?

A chi stai parlando?

Come a chi sto parlando, a te! Chi ha cambiato nome come firma sui libri?

Io sono Raffaella e VeloNero, lo sai, è un no name. Velonero non sono io, è il mio progetto, e come progetto resta. Ho scelto VeloNero perchè era così palesemente un nome finto, non volevo che ci fosse il minimo dubbio che si trattesse di uno pseudonimo.

E come stai messa ad ansia da prestazione, sei nervosa come al tuo debutto con il precedente romanzo un anno fa circa, o questa volta riesci a gestirla meglio?

Per l’altro non ero in ansia, sapevo che era piaciuto. Questo è un salto nel buio da settanta metri per venti piani.

Be, però anche per questo, nel corso di questi anni, hai ricevuto comunque numerosi riscontri positivi da chi ha vuto il piacere di seguirti durante il tuo processo evolutivo e creativo.

“UPTOWN GIRL” e’ nato prima come racconto breve, poi si è evoluto e trasformato in quello che leggeranno in questi giorni un gran numero di lettrici, sino ad arrivare ad essere una serie. Cosa dobbiamo aspettarci ancora dai vari personaggi, cosa bolle in pentola, chi saranno i prossimi?

Sai che bolle talmente tanto che è difficile trovare la strada.

freepassion.it

Considerando quanto ami le trame complesse non mi riesce difficile crederlo.

Al momento aspetto prima di rimettermi al lavoro su altro. Ho la serie dei Black Kiss, Westbury, Taste e un folle progetto ambientato dalle mie parti. Prima di decidere vedo come andrà con questo.

La tua testa in questo momento è tipo modello vulcano in eruzione.

Sì, anche la mia casa…

Tranquilla, quella anche la mia a prescindere.

Esatto, a prescindere.

Nella mia sembra sempre sia esplosa una bomba o che siano passati i ladri.

IDEM!!!

Ecco, appunto!

Ma torniamo a noi. Hai scritto nella prefazione che questo è un libro che va letto due volte, vuoi spiegare il perché.

No. Lo capiranno alla fine. Tu quante volte lo hai letto?

Io sono alla terza lettura, lo sto rileggendo or ora, sono a poco più della metà. Anzi forse, considerando anche la prima stesura del racconto, potrei dire alla quarta e non perché sono tarda, ma perchè gli elementi, così come gli indizi e la trama complessa e intricata hanno bisogno di più passaggi per essere colti in tutte le loro piccole sfumature. Ecco, alla fine ho spiegato io il perchè.

Esatto.

Sei preparata al fatto che Walsh, il tuo bambino, sarà con molta probabilità odiato per gran parte del tempo?

Mi rendo conto, non è un granchè simpatico. Adam è simpatico. Steven è simpatico (Raffaella si sta riferendo ad altri personaggi dei suo romanzi e racconti.)

Diciamo che è proprio un gran stronzo, ma mettiamola in questi termini: lo odieranno, è inevitabile, ma alla fine le lettrici capitoleranno comunque e gli cederanno il loro cuore. Non ho dubbi a proposito. Comprenderanno il perchè e il per come di tante cose. Quando un uomo ha l’animo ferito reagisce spesso come un animale braccato.

Indipendentemente, ma quando gli entri nell’anima – riferito a Walsh – ti dà tutto e scala montagne. Però è comunque un gran bastardo. Secondo te, che ne hai letti tanti, è forte come personaggio?

Indubbiamente si, rimane impresso il suo atteggiamento autoritario, ma ripeto, con il senno di poi capisco le sue motivazioni. Il suo essere spietato acquista poi una sua dimensione. 

Ultimamente, quando le lettrici ti chiedono notizie dei tuoi storici,  spesso dici che ti senti demotivata verso quel genere, però, anche in questo romanzo non hai potuto fare a meno di inserire un contesto storico. È nel tuo DNA, sembra che non ne puoi fare a meno.

Noi siamo la nostra storia, se non la si spiega rimane un progetto campato in aria, poi probabilmente per alzare il livello dei miei romanzi conosco solo la storia.

girl

Possiamo dire che il tema centrale, quello a cui ruota attorno tutto il romanzo, è la vendetta. Tu sei un tipo vendicativo?

No, sono impulsiva, un fiammifero, ma quando nei rarissimi casi non reagisco d’impulso e resto fredda, sono pericolosa. Non scherzo.

Abbiamo detto che, in lungo precesso evolutivo durato anni, siamo passate da un racconto, ad un romanzo per approddare poi ad un serie che hai chiamato “Taste Series”. Puoi spiegarci il perchè di questo nome?

Sì, cercavo un leitmotiv che unisse le mie storie newyorkesi, che sono cinque.

Ci sarà il Rushmore – il palazzo dove vive Walsh e non solo -, Il ristorante Taste – collegato alla novella pubblicata a San Valentino che vi invito a leggere QUI – , il lounge bar, il profumo di newyork… il sapore… insomma, un insieme di cose, ma Taste è anche un cognome, quello di Sarah Taste, protagonista dell’ultimo romanzo di questa serie e anche di suo fratello Phil, proprietario e cuoco del ristorante – la sua storia è narrata nella novella che vi ho segnalato qualche riga più sopra-.

La mia paura è che dopo questo gli altri siano deboli, quindi non so con cosa iniziare.

Credo che forte veramente sarà il progetto francese, “Rue de la Perdition”, una cosa particolare.

Che è sta via della perdizione? È Sempre legata alla serie?

No, si tratta di qualcosa di completamente nuovo ed inedito, ambientato a Nizza che conosco bene, e nell’entroterra, che conosco meglio, sul tenda, che è casa mia, terre che conosco palmo a palmo. Esotico ma a casa.

Quindi, tanta altra carne al fuoco.

Esatto, e troverai un personaggio che conosci, legato allo “Sfregio”

Lo “Sfregio” è stato il mio primo amore con te (mi riferisco al racconto “Uno Sfregio sul Cuore”)

Lo so. La moglie di Leo, farà una cosa abbietta.

Quando una nasce stronza……

Senti, invece, cambiando discorso, a San Valentino ci hai regalato un racconto legato alla serie- “Un Nuovo Batticuore”-, io sono rimasta molto incuriosita dai cinque amici e alla serata poker, che ci racconti di loro?

Ti racconto di Tom Harding, è lui il primo.

Si, visto che recentemente gli abbiamo anche dato un volto al ragazzo. Un volto figo, ci tengo a dirlo. Da queste parti prendiamo molto sul serio la faccenda casting.

È bello, ma algido. È un avvocato, chiamato il “Mastino” perchè quando azzanna la preda non molla. Ma comunque il personaggio forte è una lei, che si scoprirà poco a poco. Sarà una tipa divertente.

jackie

In pratica prima ci fai piangere e poi ridere.

No, piangi anche qui.

Echecazzzzz! Se vado avanti così la “Tempo” mi farà socia ad honorem.

Vuoi ridere? Ci sono i “Black Kiss” (I Black Kiss sono una gruppo rock a cui è dedicata l’omonima serie di racconti che trovate pubblicati QUI. L’intera serie, al momento, non è completa e ancora work in progress)

Yessssssssssss, sarà una gioia infinita rincontrare quei cari ragazzi. Senti, ma anche per i “Black Kiss” hai in mente di trasformalo, da racconti in romanzo?

Sì, tanti racconti collegati tra loro che fanno un romanzo. Quella di Bobby – componente della band – sarà la storia più impegnativa.

Una domanda mi sorge spontanea: ma tutta sta gente che alloggia nella tua testa, non ti è ancora scoppiato il neurone. Ti pagano l’affitto almeno?

No. Dovrei solo trovare le energie per scrivere, perchè è fatica.

Soprattutto raccogliere le idee e dare il giusto spazio a tutti. Visto tutti questi progetti in corso, stai già lavorando al prossimo?

Come ti dicevo prima, sto aspettando di sapere come andrà questo, per decidere poi che cosa fare.

Con Westbury siamo ad un punto morto, una sorta di vicolo cieco. Se vogliono qualcosa di altrettanto intenso da lasciare a bocca aperta c’è il progetto francese di cui ti parlavo prima.

Uffa, però lo voglio io! Westbury, intendo.

RaffaellaVPoggi

Oppure se continuo con il “Taste” sono nei guai. Harding è un personaggio meditato, mentre Eric sarà il folle di un angelo di nome Charlie e lei è Charlotte, quella dell’atelier. Tutte bionde.

Ammazza che intreccio.

Infatti volevo chiamarla la serie delle bionde di Ny, ma faceva schifo.

Poteva essere qualcosa tipo “Blondie New York Girl.”

Anche.

Però “Taste” rimane più impresso. È corto, facile.

Ma senti, a me è rimasto un piccolo dubbio. Ma con la cuoca li, davvero hanno fatto una gang bang tutti gli amici insieme??? Lo so, porta pazienza, son più curiosa di una scimmia. (per questa domanda sto sempre facendo riferimento alla novella corta di San Valentino)

Una specie.

Come una specie? Sarebbero graditi alcuni dettagli.

Me l’avete messa in testa voi.

Eeeeeemmmm io Santa sono, e’ colpa di Silvia, tira fuori il peggio che c’è in me. Mi istiga.

E io scherzo secondo te?

No, tu dai vita ai nostri deliri, che è pure peggio. 

Qual è la parte di “UPTOWN GIRL” che ti è piaciuto di più scrivere, quella che ti è uscita di pancia questa volta.

Tutto. La zia – Rosalind Van der Graaf, zia di Jackie– Sal Russo – padre di Britt, fidanzata di Walsh – l’asta, il tagliare i ricordi per incollarli, le liti.

Posso dire che la zia l’adoro, ne vorrei una così tutta per me.

Per quel personaggio mi sono ispirata a mia nonna. (a cui Raffaella ha dedicato il libro)

Sei stata fortunata.

Molto, impagabile. Le devo tutto.

Posso aggiungere che ho odiato la parte della sparatoria, non so farlo.

velonero

Potevi farti dare due dritte da Samy per quella, mi è diventata tremenda quella ragazza.

Vede sangue ovunque ultimamente.

Ahhah, vero.

Ok, ti lascio che vado a finire i graphic teaser che spero ti piaceranno. Cosa vuoi dire per terminare questa nostra chiacchierata.

Tenetevi forte, che si sale sulle montagne russe.

In bocca al lupo per l’uscita, Raffy. Spacca tutto.

Spaccherò le….cosiddette, di sicuro. Grazie un abbraccio.

P.S. I video delle canzoni presenti nell’articolo sono contenute nella playlist del romanzo

LA PLAYLIST COMPLETA  DEL ROMANZO

TROVATE LA PLAYLIST COMPLETA DISPONIBILE ANCHE SUL CANALE YOUTUBE CLICCANDO QUI

uptown-girl_7473_x600

COVER UFFICIALE

 

TRAMA

Jackie è una ragazza dell’aristocrazia americana, disposta a tutto pur di salvare il padre e quel che resta del suo impero. Per questo non esita a prestarsi al gioco di un ricco e ambiguo finanziere, che vuole sperimentare molto in fatto di sesso. Jackie cede al suo ricatto e, pur non dimostrandoglielo, è incredibilmente eccitata dai loro incontri. E così si trasforma lentamente in una bambola nelle sue mani.

 

LEGGI L’ANTEPRIMA

town

PRENOTATE LA VOSTRA COPIA

firma stella

6 Comments on “UpTown Girl” Release Day – Raffaella V. Poggi (Velonero) presenta il suo nuovo romanzo

  1. Silvia
    febbraio 29, 2016 at 10:20 am (4 anni ago)

    Ehi!! Io avevo proposto anche una piccola vendetta all’ex della cuoca, ma, chissà perché, la gang bang è stata il NOSTRO delirio più votato
    Comunque… Sono a lacrime dalle risate
    (sai vero che non ti lasceremo in pace con Westbury?)
    Forza Raffa! Che Up è fantastico, come tutto ciò che scrivi

    Rispondi
  2. manu85
    febbraio 29, 2016 at 10:30 am (4 anni ago)

    Comprato e sono proprio cuore di iniziare a leggerlo..l intervista è da piegarsi in due dalle risate Grandi…
    non vedo l ora di altri tuoi lavori ma adesso mi godo tutto questo

    Rispondi
  3. Rosy ♥
    febbraio 29, 2016 at 11:15 am (4 anni ago)

    Odiare Walsh??? Giammai :-D al massimo tirargli qualche cazzotto ai gioielli di famiglia ci può stare :-D
    Raffa ti faccio i miei migliori auguri per tutto ♡
    #NewtonEsciIlCartaceo ;-)

    Rispondi
  4. vany
    marzo 1, 2016 at 8:35 am (4 anni ago)

    ……e fu così che appena arrivata a QUEL PUNTO CRUCIALE……sono ripartita dall’inizio!!!!!!
    Sì, si legge 2 o forse più volte, volentieri, senza stancarsi!!!
    Solita fantastica “PENNA MAGICA” di Velo!!!
    Auguri tantissimi meriti di stare al TOP!

    Rispondi
  5. Veronica80
    marzo 1, 2016 at 11:38 am (4 anni ago)

    In bocca al lupo Raffa :)
    Sai quanto amo il tuo stile ricercato e sofisticato.
    Questa storia lascerà per sempre nei miei ricordi quel piacevole sgomento che ti manifestai all’una di notte con parole irripetibili :)

    Rispondi
  6. manu85
    marzo 3, 2016 at 5:26 pm (4 anni ago)

    Appena finito non ho parole per raccontare tutte le emozioni che mi sono entrate dentro mentre leggevo sei una maga è bellissimo ma non è la parola giusta non c’è l ho la parola giusta….Grande sei una Grande e in quel capitolo che raccontava tutto sono scoppiata a piangere e l ho riletto tre volte per capire bene tutto…complimenti vivissimi e ti auguro ogni bene baci manu ♤♡

    Rispondi

Leave a Reply