Nuovo racconto inedito – “Ti Troverò” – #3 Life Secrets Series By Samy – 14° Capitolo

Che ci crediate o no siamo di nuovo arrivate all’appuntamento fisso del venerdì, con un altro capitolo della nostra Samy che vede i due piccioncini ancora sofferenti, divisi l’una dall’altro dall’immenso Oceano.

Entrambi hanno una grande nostalgia e a nulla servono, distrazioni e problematiche, a distogliere il pensiero dal loro amore, sempre più intenso con il tempo che passa. Meno male che ci sono i vecchi amici, nel momento del bisogno, a consolare pene e sciogliere dubbi.

TI TROVERO

Ho notato che il capitolo della scorsa settimane ha creato un pò di confusione sulla linea temporale dei vari racconti, motivo per cui, insieme a Samy, abbiamo deciso di fare chiarezza sulle dinamiche.

Gli avvenimenti di “Lasciati Amare“, che vedono protagonisti l’angelo biondo Michelle e il nostro amato e stramato Nick, si svolgono subito dopo quelli di “Fidati di Me“, mentre quelli di “Ti Troverò” – ancora in corso – si svolgono praticamente in contemporanea con quelli di “Lasciati Amare“, ad essere precisi coincidono con il soggiorno in Sicilia della Lady di Ghiaccio e del Fassi; Salvo è tornato sull’isola proprio per assicurasi che non accadesse nulla ai due, se ricordate bene. Il matrimonio di Adam ed Amelia viene citato nell’epilogo di “Lasciati Amare“, ma si svolge un anno dopo dai fatti narrati nei capitoli che state leggendo in queste settimane. Ecco svelato il mistero della mancata dolce attesa di Amelia, non è ancora arrivato il momento, quello che avete letto era solo un assaggio del futuro. Il motivo di questo salto temporale è dato dal fatto che all’epoca della stesura di “Lasciati Amare” non era stato previsto un seguito, poi la mia mente malata ha preso il volo, è nata la pazza richiesta e Salvo ha trovato un suo spazio e una sua dimensione, ma vi assicuro che Samy è stata molto scrupolosa durante la stesura ad incastrare tutti i pezzi e a rispettare alla perfezione la linea temporale. Comunque, per chi volesse fare un ripassino e controllare con i suoi occhi, trovate QUI l’epilogo. Vedrete che alla fine, ma proprio alla fine di tutto, il cerchio si chiude  wink

Detto questo, vi lascio di nuovo in compagnia dei nostri ragazzi, quindi, non mi rimane che augurarvi una splendida giornata seguito come sempre dall’immancabile….

 Buona Lettura

Schizzo_di_sangue_su_sfondo_trasparente

-PLAYLIST-

PROLOGO – L’odore del sesso – Ligabue  – by Samy P.

Capitolo 1 – Kashmir – Led Zeppelin – by Helene

Capitolo 2 – Lady Marmalade – Christina Aguilera, Lil’ Kim, Mya, Pink – by Chiara

Capitolo 3 – Cold – Annie Lennox –  by Virna

Capitolo 4 – Straight to number one – Touch and go  –  by Veronica

Capitolo 5 – Do what U Want – Lady Gaga – by Lara

Capitolo 6 – I cento passi – Modena City Ramblers – by Samy P.

Capitolo 7  – High for this – Weeknd –  by Alessia

Capitolo 8 – Stronger – Kelly Clarkson –  by Lara

Capitolo 9 – Rolling in the deep – Adele –  by Samy P.

Capitolo 10 –  Caravita –  Articolo 31 – by Rosy C.

Capitolo 11 – Impossible – James Arthur  – by Federica

Capitolo 12 – Dancing  – Elisa – by Rosy P.

Capitolo 13  –  Love is a loosing game – Amy Winehouse – by Valentina

Capitolo 14 – I fought the law  –  The Clash – by Samy P.

Capitolo 15  – In the night  –  Weeknd – by Lara

Capitolo 16 – Torn –  Natalie Imbruglia  – by Samy P.

EPILOGO – I will remember – Toto –  by Claudia Le

LA PLAYLIST DEL RACCONTO E’ DISPONIBILE ANCHE SUL CANALE YOUTUBE E CONDIVISIBILE SUI SOCIAL ANDANDO QUI

-PERSONAGGI-

titroveròpersonaggi

ELENA GRECO, 35 ANNI

SALVATORE RIZZO (SALVO), 45 ANNI

BIANCA RIZZO, sorella di Salvo – 50 ANNI

ANTONINO RIZZO (NINU), fratello di Salvo – 37 ANNI

LEONARDO MESSINA (LEO), braccio destro di Salvo – 44 ANNI

FABIO LEONE, collega di Elena, 37 anni

Maresciallo TOMMASO ARENA, 57 ANNI

IMG_3136

-TI TROVERO’-

– #3 LIFE SECRETS SERIES – 

– 14° CAPITOLO – 

Palermo

-Salvo-

Spalanco la porta di casa e mi precipito dentro come una furia.

Li trovo in cucina, tutti e due. Non appena mi vedono capiscono subito cos’è accaduto e fanno un balzo all’indietro, entrambi spaventati.

«Ninu!» mi getto su di lui, lo prendo per il collo con una mano e lo spingo contro il muro «Come diavolo hai osato fare una cosa del genere!»

«Salvo!» Bianca grida terrorizzata e cerca di fuggire, ma Leo la blocca subito tenendola per la vita.

«Salvo, non so di cosa parli…» a malapena Ninu riesce a parlare, cerca di giustificarsi in qualche modo, ma ci riesce molto male.

«Sai benissimo di cosa parlo! I tuoi scagnozzi, quei ragazzotti in scooter che hanno cercato di uccidermi!» lo allontano dal muro e poi ce lo spingo di nuovo contro, facendogli sbattere forte la testa.

«Salvo…»

«Sapevi a cosa andavi incontro, hai cercato di prendere il comando facendomi fuori, ma ti sei sbagliato di grosso!» lo lascio andare a lui ricade a terra, esausto «Dimmi cosa dovrei fare, ora. Dimmi!»

Lui si porta una mano alla gola, tossisce più volte e respira con fatica. Alza lo sguardo su di me e quello che vi leggo lascia ben poco spazio all’immaginazione, perché lui sa cosa lo aspetta.

Morte.

Sento Bianca piangere alle mie spalle, lei è complice di tutto questo ed è stata proprio lei a dirgli dov’eravamo stasera. Mi volto a guardarla e mi accorgo che trema tra le braccia di Leo, china con lo sguardo sul pavimento.

«Sapete quanto io vi ami. Siete la mia famiglia, siete tutto quello che ho! Avete dei figli, dei compagni… e avete scatenato una guerra!» mi schiarisco la voce, sfilo la mia pistola dalla fondina sulla schiena e la punto alla testa di mio fratello.

Lui abbassa lo sguardo e si accartoccia su se stesso come un sacchetto vuoto.

Vengo invaso dalla desolazione, dalla tristezza e dalla delusione.

Sono vuoto.

Sono concentrato sul fatto che davanti a me ho solo un rivale e un traditore, devo fare quello che è giusto. Se li lasciassi in vita alla prossima occasione tenterebbero di nuovo.

Tolgo la sicura e tiro indietro il carrello, poi gli appoggio l’arma sulla tempia. Basta poco, devo solo premere il grilletto, poi sarà tutto finito…tutto quanto.

«Salvo…» la voce di Leo mi riporta alla realtà.

«Che c’è?» non mi volto a guardarlo. I miei occhi sono calamitati dalla testa di mio fratello sotto di me.

«Davvero vuoi farlo qui, in casa?»

Rifletto un attimo. No, non posso farlo qui, non posso ammazzarli qui tutti e due. In più credo che i figli saranno di sopra, e…

Merda.

Di colpo mi torna in mente tutto, i miei nipoti, mia sorella e mio fratello.

Mi torna in mente quello che ho fatto io solo pochi giorni fa.

Ho lasciato in vita una donna che mi ha mentito, tradito, arrestato e voleva uccidermi. Un carabiniere che non so nemmeno chi è. E ora sto per uccidere mio fratello e mia sorella senza battere ciglio.

E dopo?

Sento la rabbia salirmi in gola e non riesco a trattenere un ruggito feroce. Ninu si volta a guardarmi spaventato, con le mani tremanti rimetto la sicura e mi infilo la pistola nella fondina, poi lo prendo per il colletto della camicia e lo sollevo da terra.

Mi dirigo con lui verso mia sorella, la prendo per il collo e trascino fuori in cortile entrambi. Con una spinta forte li faccio cadere sulla ghiaia davanti casa.

Mi chino su di loro e prendo i loro volti con le mani.

«Che cazzo credevate di fare, eh? Sapevate cosa sarebbe successo, stronzi bastardi traditori!»

Bianca piange disperata, Ninu mi fissa ammutolito.

«Bianca, giurami sulla tua famiglia e sui tuoi figli che mi sarai fedele. Giuramelo!» le urlo sul viso, accecato dalla furia che ormai sta prendendo il sopravvento su di me «Giuramelo sulla tua stessa vita.»

«Te lo giuro, Salvo…» la sua voce è flebile, ma ferma «Te lo giuro.»

Le lascio il viso e la guardo con durezza.

«Vattene via, non farmi pentire di questa decisione. Torna in casa.»

La osservo mentre con le gambe tremanti si alza da terra e rientra barcollando, poi riporto la mia attenzione su mio fratello.

«E tu, sporco bastardo. Voglio la tua fedeltà, o come è vero che mi chiamo Salvatore Rizzo ti ammazzo come un cane.»

Trema come un bambino, il mio fratello così spavaldo e sicuro di sé. Di fronte alla morte perdiamo tutti il nostro coraggio, l’ho visto più volte. Solo una persona mi ha dimostrato il contrario.

La mia Elena.

«Te lo giuro, Salvo…ti giuro fedeltà a vita. Mai più cercherò di prendere il potere, mai più ti tradirò.»

«Se lo farai sarà peggio per te e per i tuoi figli. Perché prima di ammazzare te ammazzerò loro, puoi starne certo.» scandisco le parole con estrema durezza, lo prendo per i capelli e lo avvicino a me, per parlargli all’orecchio «E ti assicuro che non sarà piacevole, per nessuno.»

Lui annuisce terrorizzato, mi basta. Lo spingo via con forza e lo faccio cadere a terra in maniera rovinosa, poi mi dirigo verso la mia auto. Devo andar via.

«Salvo, dove vai?» Leo viene verso di me «Non penserai di muoverti da solo.»

«Certo.» apro la mia Spider rossa con il telecomando e salgo a bordo «Direi che ho risolto il problema, non sono più in pericolo.»

«Tu credi? Io non penso sia una buona idea, ci riproveranno.»

Guardo oltre le sue spalle, vedo mio fratello che si rialza e ritorna mesto in casa.

«Io non credo. Ora scusami, ma devo allontanarmi di qui, per favore.»

Lui annuisce con la testa e si sposta, permettendomi di chiudere la portiera e partire. Avvio il motore e mi avvio veloce in strada, assaporando il suo ruggito che mi entra come musica nelle orecchie.

Accendo lo stereo e le note di “I fought the law” dei Clash mi fanno fare un sorriso ironico e cerco di fare in modo che la rabbia accumulata mi scivoli via.

Dopo parecchia strada arrivo a destinazione, scendo dalla macchina e vado verso la grande casa bianca che amo tanto.

Suono il campanello e quando lei mi apre mi si illumina la giornata. Non posso farci nulla, ancora oggi mi fa quest’effetto.

«Ciao…» aggrotta le sopracciglia, mi conosce bene «Che succede?»

«Di tutto, Michelle… posso entrare?»

Schizzo_di_sangue_su_sfondo_trasparente

Miami

-Elena-

«Potrei farti entrare nell’organico di Washington» Adam mi sorride, mentre appoggiato al bancone sta sfogliando alcune riviste.

Amelia sta preparando la cena, si sono presi solo pochi giorni per stare con me, a breve rientreranno entrambi al lavoro. Si volta a guardarmi e sorride con dolcezza.

«Giusto, Elena… Non sarebbe male come idea. Credo che potresti essere un ottimo agente.»

«Io invece credo proprio di no. Dopo tutto quello che è successo…»

«So bene cosa è successo e credimi, ti capisco alla perfezione. È tutto normale, non è facile non farsi coinvolgere durante le missioni.» Adam mi strizza l’occhio, poi indica con la testa la sua donna.

Sono meravigliosi, insieme.

Hanno un’intesa perfetta, mi hanno raccontato tutto quello che è accaduto. Nonostante i dubbi che aveva su di lui, lei lo amava comunque e lo avrebbe amato nonostante tutto per sempre.

Non posso fare a meno di pensare a Salvo, a quello che abbiamo vissuto noi.

Ora che le nostre vite si sono separate riesco a pensare con più lucidità alla situazione. All’inizio credevo di essermi fatta prendere la mano da tutta l’operazione, dal ruolo che avevo assunto io.

Poi era entrato in gioco lui, il sesso con lui, la trasgressione. Mi ha trascinato giù in un baratro oscuro, mi ha fatto conoscere un lato di me che fino ad allora non sapevo esistesse.

Credevo che fosse tutto il contesto, ma…mi sbagliavo.

Esibirmi su quel palco, mostrarmi alle persone come non avevo mai fatto prima… Sapere di poterlo fare senza essere giudicata, sapere che l’unica persona che conoscevo lì dentro era Fabio, che ero certa non lo avrebbe mai fatto… Mi piaceva. Mi piaceva da impazzire.

Risento ancora i brividi di quel piacere sottile sulla schiena, mi attraversano l’anima e l’accarezzano come si accarezza un gatto che fa le fusa. Amavo farlo e vorrei accadesse di nuovo.

Salvo ha completato il quadro.

Trasgressivo, potente, oscuro.

Un uomo a cui è difficile resistere, un uomo impossibile da dimenticare.

Un uomo che ha tante ombre nella sua vita, ma che dentro di sé nasconde anche tanta luce.

Ho parlato di lui con Michelle, con Adam. Ora so di che pasta è fatto.

È un uomo d’onore, un mafioso. Probabilmente ha commesso molti crimini, ma questo purtroppo non mi impedisce di amarlo. Ho combattuto fin dall’inizio con quello che lui ha scatenato dentro di me, fin dalla prima volta che ho incrociato il suo sguardo.

È stata una battaglia persa in partenza.

Ora sto cercando di accettarlo, anche se è davvero dura. Non posso dimenticare cosa ha fatto ai miei genitori e a tanti altri, ma non riesco ad andare contro il mio cuore, perché è devastante.

Mi distruggerà se continuo a farlo.

Sorrido, mi alzo in piedi e insisto per dare una mano ad Amelia. Pulisco insieme a lei le verdure, mentre la brezza del mare entra dalla finestra aperta.

«È magnifico qui, ve l’ho già detto?»

«Più o meno ogni minuto da quando hai varcato quella soglia» Adam soffoca una risata «Ma anche il tuo mare non è da meno. Sono stato tanti anni fa in Sicilia e ricordo che è tra i più belli che io abbia mai visto.»

«Sì, è vero. Amo molto la mia terra e ne sento la mancanza. Ma rimanere là era troppo doloroso.»

«E rischioso per lui, vero? È per questo che te ne se voluta andare.» Amelia mi accarezza un braccio mentre proclama una tremenda verità.

Sì, è per questo che l’ho fatto. Per LUI.

 Schizzo_di_sangue_su_sfondo_trasparente

Palermo

-Salvo-

«Dimmi solo se è al sicuro e sta bene, ti prego.» supplico Michelle, che seduta di fronte a me al tavolo della cucina non vuole dirmi nulla.

«Sta bene, te l’assicuro. È protetta ed è nascosta in un posto dove nessuno potrà trovarla.»

«Ma non mi dirai mai dove si trova, vero?»

Lei scuote la testa in segno di diniego, poi incrocia le braccia al petto.

«Non ti ho mai visto così, Salvo. Ti ho risolto un problema: loro hanno chiesto il mio aiuto e io l’ho messa in un posto dove non le accadrà più nulla, se n’è andata. Chiudi questa storia una volta per tutte, le hai chiesto di dimenticarti e lei sta provando a farlo. Fallo anche tu, glielo devi.»

Le sue parole mi sorprendono, sono come una pugnalata al cuore.

«Avete parlato di quello che è accaduto tra di noi, vero?» vorrei mi rispondesse di no.

Lei chiude gli occhi, ma quando li riapre so già cosa mi risponderà. La conosco bene.

«Abbiamo parlato di te, Salvo. E ti assicuro che non è stato facile.»

«Perché?»

«Perché lei ti ama, Salvo. Ti ama e ti odia.»

Faccio un sorriso sarcastico, ripensando al fatto che mi odia. Beh, forse me lo merito.

«E sta male, Salvo. Molto male.»

Mi metto le mani nei capelli e mi piego in avanti, appoggiando i gomiti sul tavolo.

«Non è l’unica a stare male.»

Un rumore improvviso alle mie spalle mi avverte che non siamo soli.

«Chi è che sta male?» la sua voce profonda è sempre tagliente, quando parla con me.

«Ciao, Nick.»

«Salvo…» mi passa di fianco e raggiunge lei. Le accarezza i capelli e le posa un bacio sulla testa.

Li osservo, fino a poco tempo fa lo avrei ucciso con le mie mani, per un gesto del genere di fronte a me. Ora non mi fa più effetto.

Non provo nulla, se non una profonda invidia per l’uomo che ho di fronte in questo momento, talmente fortunato da poter avere al suo fianco la donna che ama.

Voglio Elena.

«Ti prego, Michelle, dimmi dov’è.»

«No, Salvo. Metteresti in pericolo lei e te stesso. No.»

«Starò attento, te lo prometto. Ho solo bisogno di accertarmi che stia bene, non l’avvicinerò nemmeno.»

«No.»

Faccio un lungo sospiro.

So che non me lo dirà mai, non ho mai conosciuto una donna più testarda e forte di lei. Mi alzo in piedi e li osservo entrambi. Michelle ha un atteggiamento di sfida, Nick… non saprei. Ha uno sguardo strano, gli occhi leggermente socchiusi.

«Scusate il disturbo, grazie lo stesso per avermi ascoltato.» faccio per andarmene, ma quando sono sulla porta la voce di lui mi blocca.

«Ti sei innamorato di lei, vero?»

Mi volto a guardarlo, mi infilo le mani nelle tasche e annuisco appena.

«Tu non vai bene per lei, questo lo sai. Sei un mafioso, non potrai mai darle quello di cui ha bisogno.» lui avanza verso di me, serio. Noto che zoppica ancora un po’, ma sta ormai completamente guarendo «Da quello che mi ha raccontato Michelle è una persona meravigliosa, ha diritto a una vita serena e tranquilla, cosa che con te non avrebbe mai.»

So benissimo di cosa parla e anche se non glielo dico sono d’accordo con lui.

«Tu non ti pentirai mai e comunque anche se lo facessi, cosa potresti offrirle? Una vita da braccati, in giro per il mondo? Rifletti.» mi sta parlando da uomo a uomo.

«Voglio che lei sia felice. Se lo merita.» le parole mi escono dalla bocca senza che io possa controllarle «Anche per quello che è successo ai suoi genitori, io…»

«Salvo.» la voce di Michelle attira la mia attenzione, la guardo negli occhi «Mi prometti che la lascerai stare? Ti accerterai che lei sta bene, ma non tenterai per nessun motivo di avvicinarla?»

Fremo al pensiero di rivederla. Prometterei qualsiasi cosa.

«Sì, assolutamente.»

Lei si rabbuia un attimo, pensierosa. Nick si volta a guardarla, si scambiano un’occhiata d’intesa.

«È a Miami, da Adam.» si alza in piedi e prende un foglio di carta, su cui scrive qualcosa «Questo è l’indirizzo, è una piccola casa sulla spiaggia dove lui vive con la sua compagna.»

Prendo il foglio, lo memorizzo e me lo infilo in tasca. Li guardo entrambi, pieno di gratitudine.

«Grazie, io…non so come ringraziarvi.»

«Mantieni la tua promessa e sarà sufficiente.» lei mi viene incontro e mi abbraccia «Buon viaggio.»

La bacio sulle guance e do una pacca sulla spalla a Nick, poi esco dalla loro casa.

Appena fuori riprendo il foglietto e rileggo l’indirizzo, per imprimerlo bene nella mia mente.

Estraggo un accendino dalla tasca e lo brucio, non voglio che vi sia nessuna traccia di tutto questo. Ora più che mai devo stare attento, anche a fronte di quanto successo oggi.

Prima di risalire in auto guardo il mare azzurro e la sabbia bianca a pochi metri da me.

Presto vedrò l’oceano.

 

FINE 14°CAPITOLO

 

– ARRIVEDERCI A VENERDI’ PROSSIMO – 

Questo racconto inedito a puntate è un opera di fantasia scritta in esclusiva per Stella e pubblicato per gentile concessione dell’autrice solo sul sito Free Passion.

© Riproduzione riservata. Proprietà intellettuale dell’autrice Samy. Vietata la riproduzione di questi contenuti o parte di essi.

8 Comments on Nuovo racconto inedito – “Ti Troverò” – #3 Life Secrets Series By Samy – 14° Capitolo

  1. Valentina
    giugno 10, 2016 at 10:58 pm (4 anni ago)

    Carissime Samy e Stella, ma quanto vi state divertendo?!?
    ho la vaga sensazione che sarà un crescendo di emozioni in questi ultimi capitoli.
    un abbraccio

    Rispondi
  2. Samy
    giugno 11, 2016 at 6:33 am (4 anni ago)

    Eh carissima Vale….
    Ci hai visto bene.
    Preparate i fazzoletti perché da venerdì prossimo ne vedremo delle belle….
    Ti abbraccio forte, grazieeee <3

    Rispondi
  3. rosig
    giugno 11, 2016 at 7:29 am (4 anni ago)

    Wau !!!! Che capitolo che tenerezza mi fa Salvo ….mi sa che nn riuscirà a starle lontano
    Bravissima Samy a venerdì <3

    Rispondi
  4. manu85
    giugno 11, 2016 at 9:01 am (4 anni ago)

    Wow io nelle prima parte ho avuto paura veramente che potesse ucciderli a sangue freddo….
    e poi in nostro cucciolo è venuto fuori mi fa tenerezza sapere che non riesce stare lontano da Elena e che si è innamorato ma ho come l impressione che la faida familiare non sia finita e che non saranno capitoli piacevoli…baci

    Rispondi
  5. Virna
    giugno 11, 2016 at 1:33 pm (4 anni ago)

    Finalmente va a riprendersi la sua Elena!!
    Non vedo l ora di vederli insieme
    Per quanto vengano da due mondi così diversi si amano e son sicura che riusciranno a stare insieme
    Oggi proprio romantica :)

    Rispondi
  6. Renèe
    giugno 11, 2016 at 1:49 pm (4 anni ago)

    Samy, qui mi pare di stare su un’altalena di emozioni… Comincio a temere il peggio….
    Sempre più emozionata all’idea di leggere le battute finali. <3

    Rispondi
  7. Federica
    giugno 11, 2016 at 2:36 pm (4 anni ago)

    Aaaaaaawwwwww!!!! Che capitolo strazianteeeeee T_T
    Però quando è uscito il mio Nick *-* è subito tornato il sole *W* È proprio un amore <3
    CMQ…..SAMY….quel LUI di cui parlano Adam Amelia e Elena….é per caso un pupo???? *-*
    Non so da dove cominciare prima, insomma, prima il tradimento, poi i pensieri guardando Nick e Michelle.. Salvo sta cambiando e non se ne sta nemmeno rendendo conto.. e di questo deve ringraziare solo lei..
    Bellissimo capitolo, sento che la prossima volta ne vedremo delle belle, anche perché sento che quella promessa sarà una delle poche nella sua vita che salvo non manterrà!

    Rispondi
  8. Irina
    giugno 13, 2016 at 11:41 am (4 anni ago)

    Io non mi fido neanche un po’ di Ninu e di Bianca! No no, non sono tranquilla, con loro due a tramare alle spalle di Salvo!

    Rispondi

Leave a Reply