Nuovo racconto inedito – “Ti Troverò” – #3 Life Secrets Series By Samy – 16° Capitolo

Buongiorno belle bimbe, in questo assolato e caldo venerdì, finalmente, abbiamo ancora un sacco di dubbi da chiarire e verità nascoste da svelare con il racconto della nostra amata Samy. E pensare che siamo praticamente alle battute finali. Quella ragazza ha saputo, ancora una volta, tenerci sul filo del rasoio settimana dopo settimana, capitolo dopo capitolo, proprio da brava “perfida”, degna del suo soprannome.

TI TROVERO

Salvo sarà rinsavito?

Il nostro uomo tornerà dalla sua Elena dopo la fuga?

Il nostro cucciolo avrà risolto per sempre la sua faida in famiglia?

Qualcuno avrà pagato con il sangue la sua sete di vendetta?

Quante domande ancora irrisolte per un solo capitolo!

Riusciremo ad avere soddisfazione in una sola volta?

Chissà! 

Mentre io e Samy ce la ridiamo ancora sotto i baffi e vi ricordiamo l’ultimo appuntamento con il racconto per venerdì prossimo, sempre qui, su questi schermi, non vi rimane che correre a leggere per scoprire tutte le risposte che state aspettando. Siamo curiose di scoprire la vostra reazione  :-D

Quindi, bando agli indugi, vi lascio in compagnia dei nostri ragazzi, augurandovi una splendida giornata seguito come sempre dall’immancabile….

 Buona Lettura

Schizzo_di_sangue_su_sfondo_trasparente

-PLAYLIST-

PROLOGO – L’odore del sesso – Ligabue  – by Samy P.

Capitolo 1 – Kashmir – Led Zeppelin – by Helene

Capitolo 2 – Lady Marmalade – Christina Aguilera, Lil’ Kim, Mya, Pink – by Chiara

Capitolo 3 – Cold – Annie Lennox –  by Virna

Capitolo 4 – Straight to number one – Touch and go  –  by Veronica

Capitolo 5 – Do what U Want – Lady Gaga – by Lara

Capitolo 6 – I cento passi – Modena City Ramblers – by Samy P.

Capitolo 7  – High for this – Weeknd –  by Alessia

Capitolo 8 – Stronger – Kelly Clarkson –  by Lara

Capitolo 9 – Rolling in the deep – Adele –  by Samy P.

Capitolo 10 –  Caravita –  Articolo 31 – by Rosy C.

Capitolo 11 – Impossible – James Arthur  – by Federica

Capitolo 12 – Dancing  – Elisa – by Rosy P.

Capitolo 13  –  Love is a loosing game – Amy Winehouse – by Valentina

Capitolo 14 – I fought the law  –  The Clash – by Samy P.

Capitolo 15  – In the night  –  Weeknd – by Lara

Capitolo 16 – Torn –  Natalie Imbruglia  – by Samy P.

EPILOGO – I will remember – Toto –  by Claudia Le

LA PLAYLIST DEL RACCONTO E’ DISPONIBILE ANCHE SUL CANALE YOUTUBE E CONDIVISIBILE SUI SOCIAL ANDANDO QUI

 

-PERSONAGGI-

titroveròpersonaggi

ELENA GRECO, 35 ANNI

SALVATORE RIZZO (SALVO), 45 ANNI

BIANCA RIZZO, sorella di Salvo – 50 ANNI

ANTONINO RIZZO (NINU), fratello di Salvo – 37 ANNI

LEONARDO MESSINA (LEO), braccio destro di Salvo – 44 ANNI

FABIO LEONE, collega di Elena, 37 anni

Maresciallo TOMMASO ARENA, 57 ANNI

IMG_3136

-TI TROVERO’-

– #3 LIFE SECRETS SERIES – 

– 16° CAPITOLO –

Cinque mesi dopo

-Elena-

«Dovresti pensare seriamente alla proposta del capitano Mitchell» Adam mi parla con un tono molto basso, mentre legge il giornale.

«Lo so. Mi ha spiegato bene di cosa si tratta, sarebbe perfetta per me. E soprattutto me ne andrei da qui, alleggerendovi un po’.»

«Non dirlo nemmeno per scherzo!» la voce di Amelia è infastidita «Vuoi smetterla, Elena? Non sei un peso per noi, lo stiamo facendo volentieri.»

«Lo so» le sorrido, poi bevo un sorso di caffè bollente «Ho bisogno di rifarmi una vita, Amelia. Non l’ho più sentito e più visto… e aspetto suo figlio.»

Lei e Adam mi guardano con comprensione. Sanno quanto sto soffrendo, hanno sentito ogni mio pianto notturno, hanno vissuto ogni mio momento di tristezza. Cercano in tutti i modi di farmi forza, ma è davvero difficile.

Adam si alza e viene accanto a me, mi prende una mano tra le sue.

«Elena… forse la soluzione migliore sarebbe proprio quella di andartene da qui. Potresti rifarti una vita, un nuovo lavoro, nuove amicizie. Il capitano Mitchell ti aspetta a braccia aperte, lo sai.»

«Lo so.»

«In più continueresti il tuo lavoro, dentro di te lo vuoi. Lo sento.»

Annuisco, non posso fare altro. La mia è una vocazione.

I miei genitori mi hanno cresciuto così, con la sete di giustizia.

Voglio combattere la criminalità, voglio combattere le persone che trasgrediscono la legge.

Ma mi sono innamorata di uno di loro.

Nonostante quello che ha fatto e il modo in cui si è comportato io lo amo ancora, e so che non smetterò mai di farlo. Lui ha saputo tirare fuori da me la vera Elena, quella con cui ho imparato a convivere in questi mesi. Quella che ama la trasgressione, quella che ama andare sopra le righe.

Ora so che non è sbagliato.

Ho passato mesi a combattere questa mia natura, ma ora so che non avrei mai dovuto farlo. Io sono così, oscura ma pura, lussuriosa ma casta.

E voglio il mio uomo.

Scegliere di andare a Washington significherebbe perderlo in maniera definitiva. Non so se lui riuscirà più a trovarmi, laggiù. Ora sa dove sono e ogni giorno spero di incontrarlo qui fuori sulla spiaggia, come è accaduto mesi fa. Ma è una speranza che sta sfiorendo ogni giorno di più.

«Pensaci, Elena.» Adam torna al suo posto e prende la tazza di caffè che gli porge Amelia.

Si rimette a leggere il giornale e dopo pochi minuti la sua voce mi fa sobbalzare.

«Cazzo, Elena!»

Faccio un salto sulla sedia.

«Che succede?»

«A Palermo è successo un casino.»

Schizzo_di_sangue_su_sfondo_trasparente

-Salvo-

Mi infilo gli occhiali da sole e scruto il mare.

Non avrei mai voluto arrivare a questo punto.

«Salvo.» la voce di Leo mi arriva da dietro le spalle, profonda e ferma.

«Dimmi, Leo.»

«Dobbiamo andare, lo sai.»

Si ritorna negli States.

Dopo tutto quello che è successo qui sembra la soluzione migliore. Non avrei mai voluto farlo, ma Ninu e Bianca mi hanno costretto.

Li avevo avvertiti.

Non avrebbero mai dovuto riprovare a uccidermi, sapevano a cosa sarebbero andati incontro. Hanno tentato comunque, ma i miei uomini hanno sventato l’agguato. E loro questa volta ne hanno pagato le conseguenze.

Eliminare il sangue del mio sangue è stata la cosa più difficile che io abbia mai fatto e porterò questo peso nel cuore credo per sempre. Non ho toccato i loro figli, questo non potevo farlo. Ma a loro non potevo farla passare liscia.

Abbasso lo sguardo e con un piede muovo appena la sabbia della spiaggia.

La mente mi ritorna a quel giorno sull’oceano, sono passati mesi da allora.

Elena.

L’avevo osservata da lontano, a lungo. Avevo resistito, cercando di mantenere la promessa fatta a Michelle, ma non c’ero riuscito.

Alla fine mi ero avvicinato e quando i suoi occhi avevano incontrato i miei non avevo più potuto resisterle. Abbiamo fatto l’amore, l’ho fatta mia.

Lei è la cosa più bella che mi sia mai capitata.

Porta in grembo mio figlio e io non so nemmeno se sia ancora a Miami o se si sia trasferita. Non mi sono più fatto sentire e vedere, probabilmente mi odierà.

Non era questo che volevi, in fondo?

Decisamente NO.

Voglio il suo amore, voglio il suo corpo, voglio lei.

Vorrei avere una vita con lei, crescere i nostri figli, abitare in un posto tutto nostro. Ma so che questo non è possibile ora e non lo sarà mai.

«Salvo.»

Mi volto e vedo Leo dietro di me.

«Sì, arrivo. Dobbiamo andare, hai ragione.»

Con lui mi avvio alla macchina che ci sta aspettando per andare all’aeroporto.

Saliamo a bordo e mi siedo sul sedile in silenzio, mentre l’autista mette in moto e partiamo.

«Tutto bene?» Leo si preoccupa sempre per me, è un grandissimo amico.

«Certo.» mi volto verso di lui e gli sorrido, non voglio che intuisca il tumulto che provo dentro di me.

«Già, come no.»

Lo guardo con aria interrogativa, poi non riesco a trattenere un sorriso sarcastico. Ci conosciamo da quando eravamo bambini e sono poche le cose che riesco a nascondergli.

«Stai tranquillo, passerà.»

«Come no, Salvo. Ti conosco bene e devo dire che non ti ho mai visto così.» si schiarisce la voce nervoso, come se stesse confessando una verità scomoda «Così per una donna, intendo.»

Aggrotto le sopracciglia.

«È tanto evidente?»

Lui annuisce.

«Credo che dovresti rivederla. Dovete chiarire la vostra situazione, in fin dei conti porta in grembo tuo figlio.»

«Non abbiamo un futuro, Leo. Lo sai meglio di me.»

«Mah. Io non so nulla, credo che tutto dipenda da quello che desiderate per voi e per vostro figlio. Forse dovete solo trovare un punto d’incontro…tutto qui.»

Rifletto sulle sue parole, certo non ha tutti i torti.

Un punto d’incontro.

Tra la Sicilia e gli States, tra Palermo e…ovunque lei voglia stare.

Si può fare?

Ancora non lo so.

Schizzo_di_sangue_su_sfondo_trasparente

-Elena-

«Grazie, capitano. Prenoto il volo per Washington prima possibile. Sarò davvero lieta di lavorare con voi, a presto.» riattacco la cornetta e faccio un respiro di sollievo.

È la cosa giusta, lo so.

Mi volto verso Amelia e Adam che mi stanno guardando sorridenti.

«Brava, Elena. È la scelta migliore per te e per la bambina.» Amelia viene verso di me e mi abbraccia «Ci mancherai moltissimo, tesoro, ma vi verremo presto a trovare.»

«Potrai sistemarti nel mio appartamento, ti ho già detto che non ci sono problemi. Non l’ho affittato a nessuno e devo dire che a questo punto è stata una fortuna, no?» Adam mi strizza l’occhio.

Rido di gusto.

«Già, sembrava proprio che tu aspettassi me, vero? Però siamo già d’accordo, appena prenderò il primo stipendio ti pagherò subito l’affitto, arretrati compresi.»

«Stai tranquilla, non ci sono problemi.» lui mi viene vicino e mi abbraccia, posandomi poi un bacio sui capelli.

«Come sono stata fortunata ad incontrarvi. Voi e Michelle siete stati la mia salvezza.»

«Tu sei la tua salvezza, tesoro.» Amelia mi stringe un avambraccio, guardandomi con i suoi grandi occhi azzurri «Non dimenticarlo mai. E sarai la salvezza di tua figlia.»

Annuisco, ricacciando indietro le lacrime.

Dopo tanta sofferenza, tante amarezze e tanta rabbia ho trovato la pace e la tranquillità. Ho trovato il mio posto nel mondo, un lavoro che mi aspetta a Washington e una bambina in arrivo, frutto dell’amore che provo per Salvo.

Lui non sarà al mio fianco, questo lo so.

Ma la sua presenza e il sentimento che ci ha sempre legato, sì. L’ho sentito allora e lo sento di nuovo, forte. Non me lo sono sognato, so che lui provava le stesse cose che provavo io e sono convinta le provi ancora.

«Sentite…vi dispiace se faccio una passeggiata sulla spiaggia?» sorrido a entrambi «Solo dieci minuti, in attesa che arrivi l’ora di cena.»

Adam mi sorride sornione.

«Puoi star fuori anche un po’ di più se vuoi» mi strizza l’occhio e prende Amelia per la vita.

«Certo, come no» soffoco una risata e mi avvio fuori, scuotendo la testa. Quei due sono impossibili.

Li sento ridere mentre esco all’esterno, chiudo la grande finestra della veranda, mi tolgo le scarpe e inizio a camminare sulla sabbia.

È morbida e calda sotto i piedi, con passi veloci giungo sulla riva dell’oceano e mi ci immergo fino alle caviglie. L’acqua mi lambisce lenta, il dolce sciabordio delle onde mi accarezza la pelle.

Abbasso lo sguardo ed osservo con dolcezza il mio ventre arrotondato. Lo accarezzo piano, quasi come se avessi paura di far del male alla mia bambina.

Da lontano mi arriva della musica, mi volto a guardare il gruppetto di ragazzi che sta giocando sulla spiaggia. Come quel giorno di alcuni mesi fa hanno una radio, ma questa volta la canzone che trasmette è “Torn” di Natalie Imbruglia.

Porto di nuovo lo sguardo sulla mia pancia, con un nodo in gola.

«Amore mio» la voce mi esce rotta dall’emozione «Non avrai il tuo papà al tuo fianco, ma ci sarò io. Affronteremo tutto insieme, presto inizieremo una vita tutta nostra. Sarà dura all’inizio, saremo sole…e so che commetterò probabilmente tanti errori. Ma ti assicuro che farò del mio meglio, cercherò di non farti mancare nulla.»

Non riesco a frenare una lacrima che mi solca le guance.

«Tu sei il frutto di un grande amore. Nato nel modo sbagliato, forse, ma forte. Fortissimo. Non potrò mai parlarti male del tuo papà, perché è l’uomo che amo e che amerò sempre, con i suoi pregi e difetti. L’ho cercato per una vita, ho combattuto quello che lui rappresenta. Mi sono sempre detta ‘ti troverò, Salvatore Rizzo’ e alla fine ci sono riuscita. Ma dal momento in cui i miei occhi hanno incrociato i suoi non ho potuto fare altro che amarlo.» con il dorso della mano mi asciugo il viso «Credo molto nel fato e penso che noi fossimo destinati a stare insieme. Altrimenti non so spiegarmi perché…»

All’improvviso un movimento al mio fianco attira la mia attenzione, il brivido che sento sulla pelle mi fa intuire che si tratta di qualcuno che conosco bene.

Ho quasi paura a voltarmi, per paura di rimanere delusa.

Ma lo faccio.

Per me e per mia figlia.

Quando mi giro e lo vedo il cuore mi si ferma.

I suoi occhi scuri contemplano il mio viso per un momento, poi si posano sul mio ventre arrotondato ed è lì che accade.

Un oceano di tenerezza e amore li riempie, una luce che non avevo mai visto in lui illumina entrambi.

«Salvo…»

Lui riporta il suo sguardo su di me stranito, come se stesse vivendo un sogno.

«Dio mio, Elena…»

Ci osserviamo a lungo, poi lui allarga le braccia. Mi getto su di lui, mi aggrappo alla sua camicia e non riesco più a trattenere le lacrime.

«Che ci fai qui?»

«Ho avuto problemi, in Sicilia…ma non potevo più starti lontano.»

Mi scosto da lui e lo guardo con attenzione, mentre mi asciugo le lacrime con la mano.

«Ho letto sul giornale. Le sparatorie a Palermo, alcuni cadaveri ritrovati. Ma soprattutto quelli di Antonino e Bianca.»

Lui annuisce.

«Sì.»

Un dolore straziante mi invade il cuore, erano suo fratello e sua sorella. Non oso immaginare quanto gli sia costato tutto questo.

«Tu come stai?»

Lui sorride e mi accarezza i capelli. Mi bacia la fronte, con una dolcezza infinita. Abbassa lo sguardo e mi accarezza il ventre, con estrema tenerezza.

«Ora meglio.»

Poso la mano sulla sua e gliela guido sulla pancia.

«Tu, come stai, piuttosto.» la sua voce ha un tono preoccupato «Non avrei mai dovuto lasciarti così, ti prego, perdonami.»

«So che non potevi fare altro, amore mio. Non c’è nulla da perdonare.»

Appoggio la testa sulla sua spalla, lasciandomi cullare dalle sue carezze.

«La settimana prossima parto per Washington.» glielo dico così, senza giri di parole «Ho bisogno di guardare avanti, Salvo. So che tu non farai mai parte della nostra vita come vorrei, ma io devo dare stabilità a nostra figlia. Ho accettato un incarico all’FBI, il capitano Mitchell mi aspetta e Adam mi ha messo a disposizione il suo appartamento.»

Lui annuisce, serra le labbra e guarda verso l’orizzonte.

«Quindi è una femmina.»

«Già.» sorrido.

«Dovrò guardarla a vista se sarà bella almeno la metà di quello che sei tu.» mi prende il mento e mi solleva il viso, guardandomi negli occhi.

«Vorrei tanto che tu lo facessi. So che non sarà così, ma mi va bene lo stesso.»

Lui fa una smorfia.

«Elena, sai che non posso darti una famiglia come ti meriteresti tu e non voglio nemmeno pensare all’eventualità di pentirmi, non fa per me. Ma cercherò di esserci, quando mi sarà possibile.»

Gli sorrido mesta.

«Non promettere cose che sai che non potrai mantenere.»

«Ti prometto che farò il possibile. Ti amo e amo nostra figlia» passa di nuovo la mano sul mio ventre, con estrema dolcezza «E cercherò di essere un padre per lei e un compagno per te.»

Lo guardo in viso e la luce e l’oscurità che emana mi strega come in passato. Mi basta leggere nel mio cuore per capire che non mi importa più di nulla, solo di noi.

«Ora vorrei solo una cosa, da te, Salvo.»

«Tutto, amore mio.»

«Vorrei che tu fossi il mio amante.»

Lui sfodera un sorriso smagliante e mi mette una mano dietro la nuca per attirarmi a sé.

«Tutto quello che vuoi.»

Quando le sue labbra incontrano le mie non mi importa più di nulla. Non penso a quello che saremo e nemmeno a quello che non saremo.

Penso solo a quello che siamo ora.

Schizzo_di_sangue_su_sfondo_trasparente

 

Quando mi risveglio mi accorgo subito del vuoto accanto a me e mi rendo conto che lui se n’è già andato.

Sapevo che sarebbe successo, mi sono gustata ogni momento insieme proprio per questo. Ho assaporato i suoi baci, le sue carezze, gli orgasmi che ci siamo donati.

Ora so che il suo corpo è mio e il mio corpo è suo.

Ci apparteniamo.

Non so quando ci rivedremo di nuovo, in realtà non so nemmeno se ci vedremo di nuovo.

Mi metto su un fianco e mi appoggio sul gomito. La mia mano corre sul mio ventre, che lui ha accarezzato e baciato un’infinità di volte. Chiudo gli occhi e ripenso all’uomo che è, che è stato e che vorrei tanto che fosse.

Ma Salvo è così, prendere o lasciare.

E io prenderò tutto quello che lui potrà darmi.

Mi guardo intorno e mi accorgo all’improvviso di qualcosa sulla scrivania.

Mi alzo incuriosita e sorrido non appena vedo la rosa rossa con un bigliettino scritto a mano.

Come la prima notte che ci siamo donati l’una all’altro.

Prendo il foglio di carta piegata e quando lo leggo le mie labbra si piegano in un sorriso.

 

Ovunque andrai, ovunque vivrai…

…io ti troverò.

Ti amo.

Salvo.

 

FINE 16°CAPITOLO

 

– ARRIVEDERCI A VENERDI’ PROSSIMO – 

Questo racconto inedito a puntate è un opera di fantasia scritta in esclusiva per Stella e pubblicato per gentile concessione dell’autrice solo sul sito Free Passion.

© Riproduzione riservata. Proprietà intellettuale dell’autrice Samy. Vietata la riproduzione di questi contenuti o parte di essi.

18 Comments on Nuovo racconto inedito – “Ti Troverò” – #3 Life Secrets Series By Samy – 16° Capitolo

  1. manu85
    giugno 24, 2016 at 11:36 am (3 anni ago)

    Oh mio dio che bello questo capitolo..io ho pianto come una fontana quando Elena parla alla sua bimba e Salvo il cucciolo che è in lui io non so che dire solo un tumulto di emozioni ..
    e adesso l epilogo speriamo in bene..
    grazie Samy per le emozioni che ci susciti sempre
    baci e buon week end

    Rispondi
    • Samy
      giugno 24, 2016 at 12:07 pm (3 anni ago)

      Grazie a te Manu…..
      Sono molto felice ti sia piaciuto e ti aspetto venerdì per l’epilogo finale…
      Un abbraccio grande grande..

      Rispondi
  2. Federica
    giugno 24, 2016 at 12:14 pm (3 anni ago)

    Ooooh Samyyyyy T_T ma quanta dolcezzaaaaa <3 <3
    Sono bellissimi insiemeee!! Lo sapevo che Salvo non poteva starle lontano!! Elena invece è una donna molto più forte di quello che sembra!!
    Aspetto con ansia l epilogo *-*

    Rispondi
    • Samy
      giugno 24, 2016 at 12:17 pm (3 anni ago)

      Aspetta, aspetta….
      ….e soprattutto preparati :D
      Un bacione Fede… Grazie!!!! ❤

      Rispondi
  3. Claudia
    giugno 24, 2016 at 1:36 pm (3 anni ago)

    Ma allora non finisce bene! Piangoooooooooooo
    Lo volevo a casa a fare il papà, il marito, a preparare biscottini e fare lavatrici invece sarà un fantasma nelle loro vite.
    Che vita dura! :(
    Sei troppo realista amica mia :) un pò di fantasy potevi inserirlo! Ah ah ah … Scherzo!
    Però i bacini non te li mando
    Ho il timore che durante l’epilogo piangerò come un rubinetto rotto

    Rispondi
    • Samy
      giugno 24, 2016 at 2:03 pm (3 anni ago)

      Ehhhhhh venerdì prossimo ci sarà da piangere tanto sì….
      Vedremo se però almeno un bacino piccolo piccolo me lo meriterò…

      Rispondi
  4. Danielle
    giugno 24, 2016 at 1:38 pm (3 anni ago)

    NON PUÒ FINIRE COSÌ
    NON PUÒ FINIRE COSÌ
    NON PUÒ FINIRE COSI

    Rispondi
    • Samy
      giugno 24, 2016 at 2:04 pm (3 anni ago)

      Danielle ❤
      ……ti aspetto venerdì prossimo, un bell’epilogo lungo e succulento…
      Bacioni

      Rispondi
  5. Irina
    giugno 24, 2016 at 1:42 pm (3 anni ago)

    Che belliii! Mi piace molto questo capitolo, sei riuscita a rendere benissimo il loro legame e la sua forza.

    Rispondi
    • Samy
      giugno 24, 2016 at 2:05 pm (3 anni ago)

      Grazie Irina!!!!! ❤
      Sono contenta, era proprio questo che speravo..
      Un abbraccio

      Rispondi
  6. Dany
    giugno 24, 2016 at 5:08 pm (3 anni ago)

    Oh Samy tu sei un maledetto genio! In questo cap c’è tutto: Amore, sofferenza, vendetta, giustizia! Hai racchiuso tutte le emozioni più forti che ci hai raccontato e fatto amare durante questi mesi. Ci hai fatto sognare ed amare una coppia difficile che credevo quasi impossibile ma che invece mi rimarrà per sempre nel cuore.
    Elena e Salvo.
    Desideriamo sempre un lieto fine ma a volte il lieto fine non è sempre come ce lo aspettiamo, ma comunque e giusto lo stesso perché per una coppia come loro ci vuole un finale con i contro fiocchi! Quindi attendo l’epilogo congratulandomi ancora una volta con ts per questo racconto e questo ultimo emozionante cap!
    Sei grande Samy!

    Rispondi
    • Samy
      giugno 25, 2016 at 12:58 pm (3 anni ago)

      Dany!!!
      Grazie di cuore mi hai emozionato con il tuo commento ❤ …..
      Sono felice di essere riuscita a farveli amare, coppia insolita, storia insolita….e finale diverso dal solito. Era giusto così.
      ….a venerdì, per l’epilogo!!!
      Un bacione

      Rispondi
  7. Rosy ♥
    giugno 24, 2016 at 5:51 pm (3 anni ago)

    No vabbè!!!
    Non può finire così!!!
    Non possono stare separati!!!
    Samyyyyyyyyyyyyyyy!!!

    Rispondi
    • Samy
      giugno 25, 2016 at 1:00 pm (3 anni ago)

      Rosy…❤
      Ti aspetto venerdì e….
      Prepara molti più fazzoletti.

      Rispondi
  8. Virna
    giugno 24, 2016 at 9:00 pm (3 anni ago)

    Che capitolo struggente!!!
    Vedere loro così uniti, così innamorati luno dell altra
    Lei col pancione …la tenerezza di Salvo mentrele accarezza la pancia…
    Oddio voglio un epilogo fantastico!!!
    Samy sarà uno strazio aspettare fino a venerdì

    Rispondi
    • Samy
      giugno 25, 2016 at 1:01 pm (3 anni ago)

      Virna….sarà uno strazio salutarvi tutte per un po’…
      Ma ho tante altre cose da concludere, come sai, e spero comunque fi ritornare presto qui con tutte voi. ❤
      Grazie….di cuore.
      Un bacio.

      Rispondi
  9. Valentina
    giugno 25, 2016 at 7:23 am (3 anni ago)

    Samy, avevo ragione a dire che qua si piangeva oggi!
    Un ultimo capitolo col botto, il nostro povero cucciolo ha fatto la iena con i famigliari e poi è tornato cucciolo con Elena e la bambina. Il biglietto che lui lascia ad Elena è meraviglioso, pieno di amore e di promesse.
    Grazie Samy, un abbraccio

    Rispondi
    • Samy
      giugno 25, 2016 at 1:02 pm (3 anni ago)

      Vale………..
      Aspetta venerdì prossimo per l’epilogo finale. ..
      Aiutoooooo ❤❤
      Un abbraccio, cara!!!

      Rispondi

Leave a Reply